FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Milano Fashion Week: le prime sfilate

Le collezioni primavera-estate 2019: tra i protagonisti di mercoledì 19 settembre Alberto Zambelli e Byblos

La settimana della moda milanese prende il via con le collezioni prêt-à-porter per la primavera estate 2019. Tra i primi a sfilare, secondo il calendario ufficiale di Milano Moda Donna sono Alberto Zambelli e Byblos.

Jil Sander reinterpreta lʼuniforme

Jil Sander reinterpreta le uniformi, in equilibrio tra libertà e disciplina. Gli stilisti Lucie e Luke Meier propongono bluse color mastice e pantaloni ampi e con maxi risvolto, camicie a righe e lunghe come un abito.  Le maniche della T-shirt hanno risvolti evidenti, mentre la giacca ha i revers che scivolano sul dorso, oppure si porta al rovescio. Ai piedi si portano sandali alla giapponese con le zeppe alte, oppure gli stivali a calza, o ancora gli stivaletti da boxe con la punta rubata alle scarpette da danza.

Byblos: hippy e techno

Vena hippy e spirito techno per la collezione estiva di Byblos: l’ispirazione è un chiaro richiamo a Burning Man, il celebre festival che si svolge ogni anno dal 1986 nello Stato del Nevada, a Black Rock City, sulla distesa salata del Deserto Black Rock. Il direttore generale Enrico Vanzo, che guida il rilancio della griffe insieme a Manuel Facchini, la definisce "un omaggio alla libertà di espressione" Il nuovo capitolo - spiega Vanzo - include la riapertura del negozio milanese di via della Spiga a fine dicembre e nel 2019 l'inaugurazione di un flagship a Mosca. La collezione propone tute spaziali, parka catarifrangenti, abiti con paillettes a squame di pesce, tuniche di frange fatte con lacci di scarpa intinti nello smalto a tinte fluo.

Il bianco assoluto di Alberto Zambelli

La collezione per la prossima primavera estate ispirata alle sculture di Canova.

leggi tutto

Alberto Zambelli disegna un’estate tutta in bianco, con una profusione di tuniche, abiti a uovo o a kimono, lunghezze di ogni tipo, ma sempre all’insegna del bianco, ispirandosi alle statue del Canova. I toni sono quelli di gesso e calce, illuminati da spruzzi di argento, shantung e cotone i tessuti degli abiti, abbinati a sandali da samurai, calze in lattice e collane con sfere di marmo.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali