FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Torino, scatta il progetto Bogia: rimborsi a chi va a lavorare in bicicletta

Chi pedala riceverà un rimborso di 25 centesimi al chilometro nei Comuni che aderiscono al Patto territoriale: un bacino che coinvolge circa 150mila persone

Un bonifico sul conto corrente alla fine del mese se usi la bicicletta. L'idea è della Zona Ovest di Torino e il bando è degli undici Comuni che aderiscono al Patto territoriale, che hanno deciso di lanciare il progetto "Bogia" ("muoviti" in piemontese) per incentivare a lasciare l'auto nel box. Chi aderisce all'iniziativa può contare su 25 centesimi per ogni chilometro percorso sulle due ruote. 

Bike to work - Si tratta, come scrive il Corriere della Sera, del primo progetto di sostegno al "bike to work" in Piemonte ed è diretto a un bacino potenziale di circa 300mila persone che vivono o lavorano tra Collegno, Rivoli, Grugliasco, Druento, Venaria, Villarbasse, Rosa, Buttigliera, San Gillio, Alpignano e Pianezza, le località della zona ovest della provincia di Torino. Chi decide di partecipare deve aderire al bando e procurarsi un dispositivo che calcoli la distanza percorsa, associato a un Gps antifrode. Il premio scende per chi usa la bici elettrica e per ogni aderente è previsto un massimale giornaliero e mensile. 

 

Bacino da 150mila persone - "Bogia" arriva nei dintorni del capoluogo piemontese dopo i primi esperimenti, effettuati con successo, a Bari e a Mantova. "Sull'asse tra Rivoli, Grugliasco e Collegno vivono 150mila persone - spiega il sindaco di Grugliasco Roberto Montà - e a queste se ne aggiungono altre 10mila che lavorano nella nostra zona, servita dal treno e dal prolungamento della metropolitana, Le alternative alle due ruote non mancano, insomma: serve un cambio di mentalità, altrimenti i blocchi del traffico non servono a nulla" , 

 

Sperimentazione al via - I Comuni che hanno aderito hanno dato vita a un bando da 60mila euro, finanziati dal ministero dell'Ambiente per l'acquisto della bici pieghevoli abbinata a un mese di trasporti pubblici gratis. Altri 15mila euro sono ancora disponibili per promuovere l'uso delle e-bike. Per Bogia per il momento a disposizione ci sono poco più di 100mila euro. Ma altri soldi arriveranno presto se l'iniziativa avrà successo. 

 

 

 

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali