FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Palermo, nasce il primo parco giochi al mondo vietato agli smartphone

Niente telefoni e tablet, ma solo giostre e giochi di una volta. Il progetto, voluto da un comitato di genitori, verrà realizzato vicino a una scuola elementare grazie a una iniziativa di crowdfunding

Palermo, nasce il primo parco giochi al mondo vietato agli smartphone

Un parco giochi in cui tutto sarà possibile, tranne usare i cellulari. E' il progetto di un gruppo di genitori di Balestrate, in provincia di Palermo, che ha deciso, in collaborazione con il Comune, di creare il primo parco divertimenti al mondo in cui saranno vietati smartphone, tablet e qualunque altro dispositivo connesso al web. E guai a farsi beccare su Facebook, perché chi trasgredisce verrà punito con una multa.

Il comitato, composto da dieci genitori, da tempo pensava a come creare un luogo in cui i bambini potessero giocare senza essere circondati da cellulari e altri dispositivi tecnologici. Così è partita un'iniziativa di crowdfunding per raccogliere i fondi necessari per portare a termine il progetto. La raccolta fondi resterà attiva sulla pagina Facebook "Una giostra per il parco giochi" fino a quando non verrà raggiunto il budget di 80mila euro.

Grazie anche al contributo di enti pubblici e privati, presto partiranno i lavori per la costruzione del parco. Sorgerà di fronte a una scuola elementare, con tanti alberi, giostre e soprattutto uno spazio riservato ai giochi di una volta, come la dama, per far divertire insieme grandi e piccoli. Immancabile, all’ingresso della struttura, un armadietto in cui dovranno essere lasciati tutti i cellulari mentre un cronometro calcolerà il tempo trascorso senza usare la tecnologia. Chiunque verrà beccato con un telefonino in mano, riceverà una multa. I soldi delle ammende verranno investiti per il mantenimento delle strutture del parco. 

“Ormai è normale ritrovarsi alla fermata dell’autobus, in casa o a una festa e accorgersi che tutti hanno lo sguardo calato verso il telefono – commentano i genitori del comitato organizzatore – . Vogliamo regalare un mondo nuovo e una prospettiva diversa per i più piccoli”.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali