FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

  • Tgcom24 >
  • Green >
  • Meno smog nell'aria di Venezia grazie all'uso di un carburante "green"

Meno smog nell'aria di Venezia grazie all'uso di un carburante "green"

Uno studio del Cnr di Lecce dimostra che l'inquinamento di origine "navale" è in riduzione nonostante il traffico delle grandi navi non accenni a diminuire

- A Venezia si riduce l'inquinamento "navale" nonostante il traffico passeggeri delle grandi navi non accenni a diminuire ma, anzi, subisca un aumento. Lo dimostra uno studio dell'Istituto di scienze dell'atmosfera e del clima del Cnr di Lecce realizzato in collaborazione con l'università Ca' Foscari. I dati evidenziano infatti una diminuzione del particolato nell'aria della Serenissima. E il tutto grazie all'uso di carburante "green".

Il carburante amico dell'ambiente - La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Atmospheric Environment e ha preso in esame i dati ottenuti nel periodo estivo del 2007, del 2009 e del 2012 nell'area urbana di Venezia. Gli ottimi risultati sulla concentrazione di particolato e di solfato nell'aria lagunare sono dovuti all'impiego di carburante a basso contenuto di zolfo, in ottemperanza alla nuova normativa europea e secondo l'accordo "Venice Blue Flag" siglato tra Comune e Capitaneria di porto.

Risultati da "bandiera blu" - Secondo il coordinatore della ricerca, Daniele Contini, "l'impatto del traffico navale sulle concentrazioni di particolato atmosferico fine (Pm2,5) dovuto alle emissioni primarie, ossia emesso dai camini delle navi, è diminuito dal 7% del 2007 al 3,5% del 2012". Dall'altro lato, sempre nel medesimo periodo, "il tonnellaggio associato al traffico navale passeggeri è incrementato del 47%". Una situazione che celebra ancora di più i meriti del carburante "green", in quanto l'impatto del traffico navale è "significativamente maggiore sulle particelle di piccole dimensioni (ultrafini e nanoparticelle) rispetto alle particelle di maggiori dimensioni Pm2,5 o Pm10".

TAG:
Venezia
Università Ca' Foscari
Cnr
Atmospheric environment