FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Lotta allʼinquinamento, lʼEuroparlamento: "Divieto della plastica usa e getta entro il 2021"

LʼAula di Strasburgo avvierà i negoziati con il Consiglio non appena i ministri Ue avranno stabilito la propria posizione comune

Giro di vite del Parlamento europeo sulla plastica usa e getta: l'Aula di Strasburgo ha approvato il divieto, entro il 2021, del consumo nell'Unione europea di prodotti come posate, bastoncini cotonati, piatti, cannucce, miscelatori per bevande e bastoncini per palloncini, che costituiscono il 70% dei rifiuti marini. L'Europarlamento avvierà i negoziati con il Consiglio non appena i ministri Ue avranno stabilito la propria posizione comune.

La relazione è stata approvata con 571 voti favorevoli, 53 voti contrari e 34 astensioni. Secondo uno studio condotto in Russia, Giappone e in diversi Stati europei, le microplastiche sono ormai entrate anche nella catena alimentare umana.

Le microparticelle più comuni (di dimensioni che vanno da da uno a cinque volte lo spessore di un capello) sono il polipropilene - che si trova ad esempio nei tappi delle bottiglie - e il polietilene, presente nelle buste di plastica ma anche nelle fibre tessili.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali