FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Inquinamento: già finiti gli effetti benefici del lockdown sull'ambiente

Uno studio evidenzia come i livelli di di ossido di azoto stiano aumentando di nuovo da aprile, vanificando gli ottimi risultati raggiunti durante il lockdown

La quarantena ha avuto conseguenze molto positive sull'ambiente. Tra febbraio e marzo la quantità di diossido di azoto - uno dei principali gas inquinanti - presente nel Nord Italia era diminuita del 10%. Il sensibile calo dell'inquinamento atmosferico era tangibile in tutto il mondo. A Jalandhar, città densamente abitata dell'India settentrionale, per esempio, in primavera era visibile la catena dell'Himalaya da 160 chilometri di distanza. Un panorama nascosto per decenni.

Effetti temporanei - Come si temeva però, i benefici dovuti al lockdown sono durati poco. Quando le attività produttive sono ripartite, le persone hanno ricominciato a spostarsi in città, spesso scegliendo l'automobile al posto dei mezzi pubblici. Con la conseguenza che, secondo quanto riportano i dati di una società che si occupa di tecnologia per le geolocalizzazioni, il traffico è tornato più o meno com'era prima della quarantena.

 

Lo studio - Il Centre for Research on Energy and Clean Air (CREA) ha analizzato la presenza del diossido di azoto nell'aria di 12 grandi città, tra le quali Roma, Parigi, New Delhi e Londra. Durante lo studio è stato elaborato un modello che tenesse conto delle condizioni atmosferiche delle singole città: i fenomeni come venti e piogge, infatti, hanno una valenza fondamentale nel determinare la quantità di gas inquinanti presenti dell'aria.

I risultati - Secondo queste rilevazioni, 10 giorni dopo l'inizio del lockdown, il livello di diossido di azoto era calato del 27% rispetto alla media dello stesso periodo tra il 2017 e il 2019. Dopo il mese di aprile, però, è tornato a salire e ad agosto è arrivato quasi allo stesso livello di febbraio.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali