FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Il lato "oscuro" del pane, una pagnotta costa allʼambiente 0,6 chili di CO2

Secondo uno studio inglese, il 43% delle emissioni nocive deriva dai fertilizzanti utilizzati per la coltivazione del grano

Il lato "oscuro" del pane, una pagnotta costa all'ambiente 0,6 chili di CO2

Acquistata al supermercato, una pagnotta vale pochi euro, ma all'ambiente quella stessa pagnotta costa più di mezzo chilogrammo di CO2. A dirlo sono i ricercatori dell'Università britannica di Sheffield, che hanno analizzato l'impatto ambientale della produzione del pane nelle sue varie fasi, dalla coltivazione del grano alla distribuzione finale. Stando allo studio, pubblicato sulla rivista Nature Plants, una pagnotta da 800 grammi ha un costo in termini di emissioni pari a 0,589 chili di CO2.

A pesare sull'ambiente è soprattutto la coltivazione, che genera circa la metà dei gas a effetto serra. In particolare il nitrato d'ammonio, usato come fertilizzante, è la causa del 43% delle emissioni.

L'impatto ambientale dei fertilizzanti - "Ogni pagnotta è responsabile del riscaldamento globale, dovuto ai fertilizzanti usati per aumentare il raccolto", spiegano gli studiosi. E aggiungono: "Un'alta resa agricola attualmente richiede un uso elevato di fertilizzanti economici. Con cento milioni di tonnellate di fertilizzanti usati ogni anno nel mondo per sostenere la produzione agricola, il problema è enorme".

Nonostante ciò, "l'impatto ambientale non viene conteggiato e quindi al momento non ci sono incentivi reali per ridurre la dipendenza dai fertilizzanti", sottolineano gli esperti, secondo cui il problema dei fertilizzanti sarebbe "risolvibile attraverso il miglioramento delle pratiche agronomiche". Secondo l'Oxfam, l'industria alimentare globale produce più gas serra dell'intera Unione europea.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali