FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Yahoo!, niente bonus al Ceo Mayer per maxi-attacco hacker del 2014

La manager ha espresso il desiderio che la somma cash che le spettava, pari a 2 milioni di dollari, sia ridistribuita agli impiegati

Yahoo!, niente bonus al Ceo Mayer per maxi-attacco hacker del 2014

Niente bonus cash al Ceo di Yahoo!, Marissa Mayer, a causa del maxi-attacco hacker del 2014, che aveva compromesso gli account di 500 milioni di utenti. Lo scrive la società californiana alla Sec, la Consob americana. "In risposta alle conclusioni della commissione indipendente relative all'incidente di sicurezza del 2014 - si legge nel report -, il Cda ha deciso di non assegnare all'amministratore delegato un bonus in denaro per il 2016".

Dal documento emerge anche che Marissa Mayer si è offerta di rinunciare a qualsiasi premio per il 2017, "visto che l'incidente è avvenuto durante il suo mandato". Sempre in relazione al maxi-attacco hacker, il responsabile legale di Yahoo, Ronald S. Bell, si è dimesso.

In un post su Tumblr la Mayer ha scritto di "aver espresso il desiderio che il bonus sia ridistribuito agli impiegati di Yahoo!". Il contratto di Mayer, riporta il New York Times, prevede un salario base di 1 milione di dollari all'anno, cui si aggiungono un bonus annuale di 2 milioni e un premio azionario di 12 milioni.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali