FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Ue, Moscovici: "LʼItalia è fonte di incertezza, rispetti gli impegni e sia credibile"

Al margine dei lavori dellʼFmi, il commissario europeo avverte il nostro Paese: "A maggio dovranno tornare i conti sulla base delle nostre indicazioni"

La situazione economica dell'Italia continua a preoccupare le autorità europee. "La fase di stagnazione, se non di recessione, che sta vivendo l'Italia è fonte di incertezza per tutta l'Eurozona", ha affermato il commissario europeo Pierre Moscovici a margine dei lavori del Fondo monetario internazionale. "Chiedo a Roma credibilità, tutti devono rispettare le regole e rispettare gli impegni presi", ha aggiunto.

"Dovranno tornare i conti sulla base delle nostre indicazioni" - "Prenderemo le nostre decisioni sull'Italia sulla base delle nostre stime", ha sottolineato Moscovici, lanciando un chiaro avvertimento al nostro Paese: "La nostra decisione si conoscerà il 7 maggio e dovranno tornare i conti sulla base delle nostre indicazioni".

"Servono riforme strutturali" - Il commissario europeo agli Affari economici e monetari ha poi osservato che in Italia "servono riforme strutturali vere e credibili e misure per la crescita. E non è questione di essere duri, ma il debito deve calare".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali