FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Tasse e stranieri, in Italia pagano di più romeni e albanesi

Fisco, lʼIrpef versata dagli immigrati sale a 7,9 mld

Quasi 8 miliardi di euro del gettito Irpef, pari a solo il 4,3% del totale, provengono dalle tasche degli immigrati che vivono e lavorano in Italia. Un dato, relativo al 2018, in lenta crescita rispetto all'anno precedente, +3,6%, ma decisamente modesto se rapportato a quasi 3,9 milioni di contribuenti, che hanno dichiarato un monte redditi complessivo pari a poco meno di 53 miliardi di euro. Pesano, anche in questo campo, il rallentamento dell'economia ma soprattutto sommerso ed evasione fiscale.

È solo un primo dato che emerge dallo studio della fondazione Moressa di Venezia. L'analisi evidenzia molte ombre e poche luci in merito al contributo degli stranieri regolari sui conti dell'erario. Dei quasi 4 milioni di contribuenti nati all'estero, quasi 700mila sono romeni. La seconda comunità più diffusa, quella albanese con 287mila persone, è anche quella che dichiara di più: quasi 14mila euro all'anno. Seguono Marocco, con 227mila lavoratori regolari, e Cina, a quota 196mila.

Quasì la metà delle dichiarazioni prese in esame, il 48%, si ferma a un imponibile annuo di sole 3.700 euro. In media tutti gli stranieri in Italia - compresi tedeschi, francesi e svizzeri - dichiarano 13.700 euro di guadagno nel 2018. Statisticamente incidono poco i redditi dei pochi manager stranieri impiegati nelle multinazionali. Pesano evidentemente molto di più i guadagni modesti della gran parte degli immigrati. Le cifre note al fisco, però, sono così basse da far pensare a una diffusa "evasione parziale", con un numero di ore di lavoro contrattualizzate, e di conseguenza dichiarate, inferiore a quelle effettive

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali