FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Giulio Ferrari lʼha inventato, i Lunelli lʼhanno fatto grande: la storia del Ferrari

Eʼ il brindisi italiano per eccellenza. Eʼ nato nel 1902 ma solo dopo 50 anni, con il cambio ai vertici, è stato scoperto dal grande pubblico

Giulio Ferrari l'ha inventato, i Lunelli l'hanno fatto grande: la storia del Ferrari

Trento, 1902. Giulio Ferrari fonda una piccola cantina vinicola. Produce poche e pregiatissime bottiglie, piccole opere d'arte riservate a facoltosi appassionati. Cinquant'anni più tardi, senza un erede a cui lasciare il suo gioiello, decide di vendere. E trova il compratore giusto in un commerciante di vini, Bruno Lunelli, così appassionato e convinto delle potenzialità di quelle bollicine da riempirsi di debiti. Nasce così il binomio Ferrari-Lunelli che farà di quelle pregiatissime bottiglie il brindisi italiano per eccellenza.

Giulio Ferrari l'ha inventato, i Lunelli l'hanno fatto grande: la storia del Ferrari

Il nome Ferrari è infatti ancora oggi indissolubilmente legato alla famiglia Lunelli. Dopo Bruno è toccato ai figli Franco, Gino e Mauro. Oggi al comando c'è la terza generazione: i cugini Marcello, Matteo, Camilla e Alessandro.

I Lunelli, negli anni, portano Ferrari a diventare leader nel mercato del Metodo Classico. Non solo. Gli affiancano infatti altri prodotti: nel 1982 viene acquisita la storica distilleria Segnana. Nel 1988 entra a far parte del gruppo l'acqua minerale Surgiva.

Portano il nome di famiglia, Lunelli, i vini fermi del gruppo, che nascono in Trentino negli anni '80 capitalizzando l'esperienza acquisita con Chardonnay e Pinot Nero in anni e anni di viticoltura di montagna.

Nel 2000 i Lunelli iniziano a guardare oltre il loro Trentino. Nasce la Tenuta Podernovo, nel Pisano: il Sangiovese, coltivato secondo i principi del biologico, è il suo principale vitigno. E ancora la Tenuta Castelbuono da cui nasce il Montefalco Sagrantino.

Nel 2014 l'ultimo acquisto: il 50% dello storico marchio di prosecco superiore Bisol. All'eccellenza del Trentodoc Ferrari si affianca quindi il meglio di Valdobbiadene.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali