FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

CHIUDI X

Video Tgcom24 -Economia

Fratelli Polli, imprenditori per Dna "Segreti? Qualità, coerenza e coraggio"

Marco Polli, presidente dell'azienda di prodotti alimentari, rappresenta la quinta generazione e racconta il perché di un successo lungo 143 anni

- "Arrivare alla sesta generazione per un'azienda è un traguardo unico, difficile da eguagliare. Credo ci sia qualche cosa che si tramanda da padre in figlio, tre concetti che si sono sempre ripetuti: correttezza, coerenza e coraggio". Marco Polli è il presidente dell'azienda di prodotti alimentari che porta il suo cognome. Rappresenta la quinta generazione al timone dell'impresa nata a Milano nel 1872 e capace di fatturare 70 milioni di euro.

Marco Polli - Fratelli Polli

"Il nostro segreto? Qualità, coerenza e coraggio"

Come inizia la vostra lunga storia?
"La nostra azienda nacque nel 1872 a Milano per opera del mio avo Fausto Polli, che fondò un negozio di gastronomia in via Broletto. A cavallo della prima guerra mondiale si trasformò in industria grazie a mio nonno Giuseppe, che acquisì tra l'altro anche lo stabilimento di Monsummano (Pistoia) nel 1919".

Come è cambiata la vostra azienda in questi anni?

"E' cambiata moltissimo. Siamo nati come commercianti di stoccafisso poi, a cavallo delle due guerre mondiali, abbiamo prodotto soprattutto verdure al naturale e conserve di pomodoro. Nel Secondo dopoguerra ci siamo poi concentrati in sottoli e sottaceti. E da una decina di anni abbiamo aggiunti tutti i condimenti per la pasta".

Quanto è importante il mercato estero?
"Oggi conta moltissimo. Nel 2014 abbiamo raggiunto un fatturato export che ha superato quello interno per la prima volta nella storia dell'azienda. Vendiamo i nostri prodotti in 30 Paesi e concentriamo i maggiori volumi nell'Unione europea".

Oltre i confini nazionali vi aiuta essere italiani?
"Essere italiani nel campo dell'alimentazione significa tantissimo. Ormai la fama della nostra cucina e del sistema di alimentazione del nostro Paese ha senz'altro un riconoscimento a livello mondiale".

Nella sua carriera ha fatto una scommessa di cui è particolarmente fiero?
"Essere entrati nel segmento dei condimenti in questi ultimi dieci anni. Dieci anni fa non producevamo neanche un vasetto di pesto. Oggi ne produciamo 25 milioni".

Quali sono i vostri numeri?
"Trasformiamo più di 200mila quintali di ortaggi ogni anno. Il nostro fatturato è di 70 milioni e abbiamo nelle tre unità operative, Eboli, Monsummano Terme e Estorino, in Spagna, circa 250 dipendenti".

Si può battere la crisi?
"Penso proprio di sì. Con impegno e con coraggio sono convinto si possa battere la crisi".

Expo2015, siete protagonisti?
"Ci siamo grazie a un accordo che abbiamo fatto con Intesa Sanpaolo. Ci ospitano nel loro spazio espositivo (l'istituto riserva ampio spazio del proprio padiglione, The Waterstone, a molte realtà d'eccellenza italiane nell'ambito dell'iniziativa Intesa@Expo, nda)".

Si può puntare sulla qualità e, al tempo stesso, sostenere la sfida con la concorrenza?
"La qualità, secondo i nostri principi, è sempre il punto di riferimento. Pur in un contesto competitivo molto agguerrito, riteniamo infatti che alla fine, alla lunga, vincono le aziende che hanno sempre puntato su questo requisito".

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X
TAG:
Marco Polli
Fratelli Polli
Storie d'impresa
Monsummano Terme
Pistoia