FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
DirettaCanale 51

  • Tgcom24 >
  • Economia >
  • Servizi: la viariazione è nulla nel 2014, ma +0,8% nel IV trimestre

Servizi: la viariazione è nulla nel 2014, ma +0,8% nel IV trimestre

Una lieve ripresa che dovrebbe confermarsi nella prima parte dell'anno

- Nonostante nell'intero 2014 l'indice del fatturato dei servizi abbia registrato una variazione nulla rispetto all'anno precedente, nel quarto trimestre 2014 l'Istat ha tuttavia rilevato un aumento dello 0,8% rispetto allo stesso periodo del 2013. Un aumento che riguarda soprattutto il commercio all'ingrosso, commercio e riparazione di autoveicoli e motocicli (+1,4%), i servizi di trasporto e magazzinaggio e per le attività di alloggio e di ristorazione (+0,9%), le attività di noleggio, agenzie di viaggio e servizi di supporto alle imprese (+0,5%).

Servizi: la viariazione è nulla nel 2014, ma +0,8% nel IV trimestre

Già nell'ultima ricerca Tecnè, condotta per Tgcom24, le stime per il primo trimestre 2015 collocano il settore dei servizi in recupero, con il ritorno in territorio positivo al livello di 51/100. Tale stima di crescita deriva anche dal buon momento dell'industria che traina, infatti, diversi settori di attività economica (si pensi, in questo senso, alla crescita dei servizi alle imprese). Inoltre, tra i comparti che dovrebbero confermare un miglioramento in questa prima parte dell'anno, figurano anche i servizi informatici e delle telecomunicazioni.

L'eventuale aumento che si registra nel fatturato dei servizi è un indicatore da considerare positivamente in quanto, in genere, anticipatore di tendenze al rialzo. Non tutte le componenti dell’aggregato, però, risultano godere della stessa situazione di ripresa.

All’interno del settore del commercio all’ingrosso, ad esempio, il fatturato segna variazioni tendenziali positive per il commercio di apparecchiature ICT (+7,1%), il commercio di altri macchinari, attrezzature e forniture (+4,7%), il commercio di prodotti alimentari, bevande e tabacco (+1,7%), il commercio all’ingrosso specializzato di altri prodotti (+1,3%) ed il commercio di beni di consumo finale (+0,4%). O ancora, sottolinea l'Istat, gli aumenti che si registrano sia nei servizi di alloggio (+1,3%) sia nei servizi di ristorazione (+0,8%).

In compenso si evidenziano flessioni, talvolta anche marcate, nei servizi di informazione e comunicazione, che nel complesso registrano rispetto al quarto trimestre del 2013 una diminuzione dell’1,9%, mentre il settore editoria, audiovisivi e attività radiotelevisive segna la discesa maggiore (-3,9%), seguita dalle telecomunicazioni (-2,3%) e dai servizi IT e altri servizi informativi (-0,3%).

Altre voci presentano andamenti discordanti. Nel quarto trimestre del 2014, infatti, il settore delle attività professionali, scientifiche e tecniche registra complessivamente, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, una variazione negativa dello 0,2%. Diminuzioni si registrano, per le attività legali e contabilità (-1,6%), le attività degli studi di architettura e d’ingegneria, collaudi e analisi tecniche (-1,0%) e le attività di pubblicità e ricerche di mercato (-0,3%), mentre le altre attività professionali, scientifiche e tecniche e le attività di consulenza gestionale mostrano variazioni positive, rispettivamente del 2,2% e del 2,1%.

Infine, una conferma in vista del primo trimestre 2015. Il settore dei servizi di noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese evidenzia, nel quarto trimestre del 2014, una variazione tendenziale positiva (+0,5%). In particolare le variazioni positive vengono osservate per l’attività di ricerca, selezione, fornitura di personale (+9,5%).

TAG:
Istat
Fatturato
Servizi