FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Padoan: "LʼUe rischia la fine se boccia la Manovra"

"Scelga se stare con noi, accettando il deficit al 2,3% del Pil per fare fronte alle emergenze sisma e migranti, o con lʼUngheria"

Padoan: "L'Ue rischia la fine se boccia la Manovra"

"L'Europa deve scegliere se stare con l'Italia, accettando che il nostro deficit passi dal 2 al 2,3% del Pil per fare fronte alle emergenze sisma e migranti, oppure con l'Ungheria che erge muri. Ma così sarebbe l'inizio della fine". Lo afferma il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan che sfida l'Ue e difende la legge di Bilancio da 27 miliardi per il 2017. "Le accuse di mance e condoni in vista del referendum sono ridicole", aggiunge.

"Dal 2011 in poi l'Italia ha speso miliardi e miliardi per affrontare un'emergenza migranti che non era e non è un problema solo suo, ma dell'intera Unione. E nessuno ci ha finora riconosciuto questo impegno economico", sottolinea il ministro intervistato da La Repubblica. Invece "qualche mese fa alla Turchia sono stati riconosciuti dall'Europa 3 miliardi proprio per far fronte all'emergenza migranti".

Inoltre, prosegue Padoan, "si parla poco del cuore della Manovra dove ci sono gli interventi sulle imprese e sulla produttività che hanno un forte effetto sulla crescita: confermiamo il superammortamento per l'acquisto di beni strumentali e introduciamo l'iperammortamento per investimenti materiali e immateriali in nuove tecnologie. E mettiamo due miliardi aggiuntivi per la realizzazione di opere pubbliche".

Padoan ribadisce che per lo "sviluppo e il contrasto delle disuguaglianze" è necessario superare l'austerità, "come chiesto anche dal G20 e per questo noi siamo un modello per l'Europa. Oggi il problema non è dire sì o no all'Europa, ma dire sì a un'Europa diversa, che non stia ferma e invece si muova".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali