FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Jobs Act, il giorno del giudizio

La nuova puntata de I Tartassati

Per un arabesco proprio mentre Maurizio Landini si affannava nel D-Day contro il Jobs Act (comprensivo di referendum abrogativo), ecco che la legge delega sulla riforma del lavoro veniva approvata in cdm, compresi gli 8 decreti attuativi che cancellano definitivamente l'Art.18 Statuto Lavoratori. Oggi si sa che tra decontribuzioni alle aziende e i mitici fattori esogeni, teoricamente il mercato del lavoro si sta muovendo; ma si sa anche che secondo l'Istat in Italia ancora a 3 milioni e 100 mila disoccupati, che le forme di lavoro che sono aumentate sono quelle a termine, che i sindacati impazziscono, mentre Renzi un po' gode e Poletti sbaglia i dati.

Della "madre di tutte le riforme" (ma per Renzi sono tante le "madri di tutte le riforme") e dei suoi effetti sulle tasche degli italiani discute Francesco Specchia con i suoi ospiti: Dario Di Vico, Editorialista e inviato del Corriere delle Sera tra i maggiori esperti in Italia sul temi del lavoro e Guido Callegari avvocato giuslavorista partner dello Studio Dejalex (De Berti Jacchia Franchini Forlani). Con l'intervento di Giuseppe La Scala e il "tartassato della settimana".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali