FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Fuga dallʼImu, aumentano le case che non producono reddito

"Spariti" dal catasto ville, abitazioni di pregio e anche castelli che avrebbero dovuto pagare la tassa

Fuga dall'Imu, aumentano le case che non producono reddito

L'Imu ridisegna il panorama catastale italiano. Secondo le ultime statistiche dell'Agenzia delle Entrate, dopo l'aumento già registrato nel 2016, lo scorso anno sono cresciuti del 3,2% gli immobili "non idonei a produrre reddito" e quindi non soggetti ad alcuna tassa e dello 0,3% le abitazioni.

In particolare, tra le abitazioni aumentano il numero dei villini non soggetti all'Imu prima casa (+1%), mentre diminuiscono le abitazioni signorili (-1,6%), le ville (-0,7%), i castelli e i palazzi di pregio (-0,8%), tutti soggetti all'imposta.

Rendita catastale a 37,3 miliardi di euro - Sono quasi 75 milioni le unità registrate negli archivi catastali dell'Agenzia delle Entrate, di cui 65 milioni censite nelle categorie catastali ordinarie e speciali, con una rendita attribuita pari a 37,3 miliardi di euro, per la maggior parte (61%) relativa ad immobili di proprietà delle persone fisiche. E' quanto emerge dalle Statistiche Catastali, la pubblicazione annuale curata dall'Osservatorio del Mercato Immobiliare dell'Agenzia, in collaborazione con la Direzione centrale Servizi Catastali, Cartografici e di Pubblicità Immobiliare, disponibile sul sito internet delle Entrate.

Nel 2017 lo stock immobiliare italiano è aumentato dello 0,8%, con circa 548mila unità in più del 2016. Gli intestatari sono per circa l'88% persone fisiche. Rispetto all'anno precedente, crescono del 3,2% gli immobili censiti nel gruppo F (unità non idonee a produrre reddito), dell'1,6% gli immobili a destinazione speciale e dello 0,9% quelli a destinazione particolare del gruppo E. In aumento le unità immobiliari ad uso collettivo (+1,2%), quelle censite come negozi e pertinenze all'interno del gruppo C (+1,1%) e le abitazioni (+0.3%), mentre diminuisce il numero di uffici (-0,2%).

imu

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali