FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Facebook, leggero calo di utenti in Nordamerica

Il social network più grande del mondo è più in difficoltà proprio dove è nato, secondo alcuni per troppa concorrenza o per il coinvolgimento nel "Russiagate".

Facebook, leggero calo di utenti in Nordamerica

Nel 2017 i ricavi di Facebook sono cresciuti del 47% a circa 40 miliardi e i profitti del 56% a circa 16 miliardi. Gli utenti mondiali sono in continuo aumento ma, nell'ultimo trimestre dello scorso anno, un po' meno di prima. Per la prima volta, infatti, gli utenti quotidiani sono diminuiti in Usa e Canada e, in media, il tempo trascorso sul social network più grande del mondo è calato di 2 minuti per utente.

Il report - Facebook ha appena pubblicato il proprio report finanziario, in cui ha reso noto il calo di un milione di utenti giornalieri attivi nel Nord America. Ciò che potrebbe preoccupare gli azionisti è il fatto che la maggior parte degli utili di Menlo Park arrivino proprio da questi due Paesi.

Le ipotesi - Tra le varie teorie in merito, c'è chi ipotizza che Facebook abbia raggiunto ormai la massima espansione in Nordamerica e che ormai stia iniziando una fase calante. Tra le cause ci sarebbero la grande varietà di piattaforme social sempre più agguerrite e il coinvolgimento dell'azienda di Menlo Park nello scandalo dell'influenza russa nelle elezioni americane.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali