FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Dopo quella di estetisti e parrucchieri, spunta una tassa Covid da 20 a 40 euro in officina

"Arrivano denunce da parte di cittadini di tutta Italia che si sono visti imporre costi di sanificazione obbligatoria sulle auto, totalmente ingiustificati e illegittimi", spiega il Codacons

Dopo la "tassa Covid" di estetisti e parrucchieri, spunta la "tassa sanificazione" imposta da varie autofficine ai propri clienti. Lo denuncia il Codacons, che spiega: "Arrivano denunce da parte di cittadini di tutta Italia che hanno portato la propria vettura presso un'officina per il tagliando periodico o per riparazioni o manutenzione e si sono visti imporre costi di sanificazione obbligatoria sulle auto, mediamente da 20 a 40 euro, totalmente ingiustificati e illegittimi”.

In pratica, molti esercenti vincolano l’intervento ad una sanificazione obbligatoria dell’automobile. A chi rifiuta di pagare, l’officina nega le riparazioni o i tagliandi.

 

"Si tratta di una pratica del tutto illegale, e contro la quale presenteremo le dovute denunce ad Antitrust e Guardia di Finanza – spiega il presidente Carlo Rienzi – Non esiste alcuna norma che obbliga i consumatori a sanificare la propria autovettura presso le officine, né che vincoli i tagliandi o le riparazioni al pagamento di 'tangenti' legate al Covid". 

 

"Invitiamo i cittadini a non sottostare alle richieste assurde degli esercenti e a non pagare qualsiasi tassa aggiuntiva legata al coronavirus, segnalando al Codacons qualsiasi irregolarità riscontrata negli esercizi commerciali", conclude Rienzi.

 

Anche la Confartigianato Autoriparazione, associazione di categoria delle autofficine, ha condannato la "tassa sanificazione". "Non vogliamo passare per quelli che se ne approfittano - ha detto, come riporta Il Sole 24 Ore, Alessandro Angelone, presidente Confartigianato Autoriparazione - la nostra linea è di non applicare costi aggiuntivi ai clienti e di assicurare gratuitamente l’igienizzazione della vettura attraverso uno spray sulle zone di contatto come sedili, volante, pomelli e freno a mano". 

 

"Ogni impresa fa come ritiene più opportuno - conclude Angelone - ma non possiamo che censurare l’obbligatorietà di un trattamento di sanificazione che dovrebbe essere solo a discrezione del cliente".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali