FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Apple brucia quasi 450 miliardi di dollari e sprofonda a meno 10% a Wall Street

La Cina è il problema più grande dellʼazienda di Cupertino

Apple brucia quasi 450 miliardi di dollari di capitalizzazione di mercato dal record del 3 ottobre scorso e crolla in borsa perdendo il 9,96%, mentre il Dow Jones cede il 2,83% a 22.686,49 punti, il Nasdaq il 3,04% a 6.463,50 punti e lo S&P 500 lascia sul terreno il 2,47% a 2.447,93 punti. Le perdite registrate da Apple sono maggiori al valore di 496 delle 500 società dello S&P 500 prese singolarmente: sono infatti maggiori al valore di JPMorgan ma anche quello di Facebook. Solo quattro colossi dello S&P 500 hanno una capitalizzazione di mercato superiore ad Apple: si tratta di Microsoft, Amazon, Alphabet e Berkshire Hathaway.

Nel tagliare le previsioni trimestrali, il chief executive Tim Cook ha evidenziato la stretta correlazione tra i problemi di Apple e quelli della Cina. E poco dopo, anche Baidu, il motore di ricerca cinese, ha lanciato l'allarme sul rallentamento dell'economia del Paese asiatico. L'amministratore delegato Robin Li, in una lettera ai dipendenti, ha messo in guardia sul fatto che "l'inverno sta arrivando" in riferimento alla debolezza dell'economia cinese.

La Cina rappresenta il più grande problema di Apple perché l’azienda ha investito molto sul mercato cinese. Ma ora quest'ultimo si sta contraendo. Complici anche le tensioni commerciali con gli Stati Uniti, come sottolineato da Cook. In particolare, sono due i fattori da non sottovalutare: il patriottismo (i cinesi potrebbero scegliere di comprare prodotti nazionali) e i costi (mentre il prezzo di vendita di un iPhone in Cina è di circa 900 dollari, gli smartphone dei competitor locali come Huawei e Xiaomi si acquistano invece a 300 dollari).

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali