FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

  • Tgcom24 >
  • Economia >
  • Fisco, dal 2015 il 730 precompilato <br>E dal 2016 conterrà le spese sanitarie

Fisco, dal 2015 il 730 precompilato
E dal 2016 conterrà le spese sanitarie

Il governo approva due decreti legislativi, il ministro Boschi: "Grande opera di semplificazione". Novità anche riguardo eredità, riqualificazione energetica e rimborso credito di imposta

- "Dal 2015 oltre 30 milioni di italiani riceveranno la dichiarazione dei redditi precompilata". Lo annuncia il ministro dei Rapporti con il Parlamento, Maria Elena Boschi, al termine del Cdm che ha esaminato due decreti legislativi sul Fisco. "Si tratta di una grande opera di semplificazione, per uno Stato vicino al cittadino", continua la Boschi. Dal 2016, poi, il 730 conterrà anche le spese sanitarie.

Fisco, dal 2015 il 730 precompilato E dal 2016 conterrà le spese sanitarie

Secondo quanto emerge dalla bozza del dlgs, l'Agenzia delle entrate renderà disponibile per via telematica entro il 15 aprile di ciascun anno, ai titolari di redditi da lavoro dipendente e assimilati, la dichiarazione precompilata relativa ai redditi prodotti nell'anno precedente. Questa potrà essere accettata o modificata.

Il nuovo calendario - La certificazione da parte dei sostituti di imposta andrà inviata all'Agenzia delle entrate entro il 7 marzo. Per ogni certificazione omessa tardiva o errata si applicherà la sanzione di 100 euro. Assicurazioni, enti che erogano i mutui, enti previdenziali, forme pensionistiche complementari, trasmettono le relative informazioni entro il 28 febbraio.

Sarà comunque possibile presentare la dichiarazione sempre secondo le vecchie modalità.

Eredità, no dichiarazioni fino a 100mila euro - Nessun obbligo di dichiarazione per l'eredità, se devoluta al coniuge e ai parenti in linea retta del defunto, nel caso il valore non è superiore a 100mila euro. E' un'altra delle novità inserite nella bozza.

Agevolazioni per società tra professionisti - Buone notizie anche sul fronte società tra professionisti. Il testo prevede che, a fini Irap, tali società siano equiparate alle associazioni senza personalità giuridica costituite tra persone fisiche per l'esercizio in forma associata di arti e professioni. Novità anche per le spese di vitto e alloggio, che "non costituiscono compensi in natura" per il professionista stesso.

Riqualificazione energetica, no comunicazioni - Non si dovrà più presentare la comunicazione all'Agenzia delle Entrate per i lavori che proseguono per più periodi di imposta ammessi alla detrazione Irpef delle spese sostenute per la riqualificazione energetica degli edifici.

Credito di imposta, rimborso entro 2 mesi - Il rimborso del credito di imposta sarà effettuato entro due mesi dalla richiesta del contribuente. Contestualmente saranno erogati gli interessi.

Rimborsi Iva, tante novità - Ampliato da 5mila a 15mila euro l'ammontare dei rimborsi Iva eseguibili senza alcun adempimento. Per i rimborsi oltre i 15mila euro non è più necessaria la prestazione della garanzia dello Stato. Non sono previsti limiti all'ammontare dei rimborsi ottenibili dai contribuenti non a rischio.

"Al via la riforma del catasto" - Il decreto legislativo approvato in Cdm "non riguarda solo le dichiarazioni dei redditi ma è un provvedimento a tutto tondo. Inizierà anche il percorso di riforma del catasto con la costituzione delle commissioni che rivedranno il catasto", aggiunge il titolare dei Rapporti con il Parlamento.

TAG:
Fisco
730
Maria elena boschi