FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

La Biennale delle Accademie: Monza diventa la città del contemporaneo

Dieci Accademie d'arte italiane e trenta artisti animeranno l'Orangerie della Reggia. E in questʼedizione la Biennale diventa anche Off

La Biennale delle Accademie: Monza diventa la città del contemporaneo

Dieci prestigiose Accademie di Belle Arti all’Orangerie della Reggia di Monza, ciascuna presente con tre artisti; una Biennale OFF con iniziative e performance in città; operatori artistici e galleristi con le loro mostre d’autunno. Monza diventa una vera città del contemporaneo durante l’autunno e l’inverno 2019-2020, animata dal fermento di una profusione di performance, mostre, installazioni, incontri. L'opening della Biennale delle Accademie, di cui Tgcom24 è media partener, si terrà sabato 26 ottobre alle ore 17.

Un incremento quantitativo che punta a una collaborazione fattiva con i veri e propri vivai di formazione dei futuri artisti, e che risponde a quella necessità di colmare il vuoto tra le aule d’insegnamento e una sede espositiva di prestigio, tra la formazione e il debutto in una mostra. Pronti a cogliere per primi il talento emergente e offrirgli l’opportunità di confrontarsi con la realtà dell’arte, col mondo ufficiale della cultura. Il bacino dell’Accademia è il luogo deputato alla formazione della creatività, è dove poter cercare le giovani leve della creatività emergente. Infatti, è tra le priorità della Biennale quella di intercettare le energie non ancora consacrate dalle gallerie di settore e dal mercato.

 

Una sfida difficile che ci pone in prima linea, in una posizione d’avanguardia per cogliere da vicino il fiorire dell’arte presente. Le Accademie dell’edizione 2019 sono: Accademia di Belle Arti G. Carrara di Bergamo, Accademia di Belle Arti di Bologna, Accademia di Belle Arti di Firenze, Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova,  Accademia di Belle Arti L’Aquila, Accademia di Belle Arti di Brera di Milano, Nuova Accademia di Belle Arti, Milano - Roma, Accademia di Belle Arti di Ravenna, Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, Accademia di Belle Arti di Venezia.

 

Un’altra novità di questa edizione è la costituzione della Biennale OFF, una serie di iniziative che vedono il coinvolgimento della città. Ideati e realizzati dai tutor, gli eventi della Biennale OFF offrono allo spettatore la possibilità di assistere a performance e ammirare installazioni anche fuori dall’Orangerie, in conformità alla volontà di rendere Monza “città del contemporaneo”.

 

Ci introduce alla manifestazione il responsabile scientifico Daniele Astrologo Abadal: "La Biennale conferma la propria attenzione alla creatività emergente e si apre alla città con la realizzazione di eventi espositivi disseminati nel centro storico e non solo. Un modo per restare aggiornati sulle ultime novità linguistiche dell’arte contemporanea e per riscoprire e rileggere gli angoli, i luoghi più o meno noti di Monza. Tra le parole chiave di questa edizione vanno annoverate quelle di apertura, dialogo, diffusione e contaminazione, per sottolineare il coinvolgimento dei cittadini chiamati a visitare i giovani creativi esposti all’Orangerie e gli interventi puntuali dei maestri, messi a confronto con la nuova realtà urbana. Una Biennale storica che si rinnova e cresce, ora più che mai consapevole della propria identità culturale" .

 

"Questa edizione della Biennale di Monza - commentano il sindaco di Monza Dario Allevi e l'assessore alla Cultura Massimiliano Longo - vede un importante aumento delle Accademie coinvolte, che passano da 5 a 10, a conferma che il nostro appuntamento è uno dei più attesi nel panorama dell’arte contemporanea italiana, in grado di offrire ai giovani artisti la possibilità di misurarsi con l’attuale mondo dell’arte. Un evento capace di generare straordinarie opportunità per emergere".

 

A sintetizzare il legame fra luogo e manifestazione è il direttore del Consorzio Villa Reale e Parco di Monza Piero Addis: "E' importante per noi ospitare l’esposizione Biennale Giovani all’interno del palinsesto espositivo dell’Orangerie della Reggia di Monza, luogo che vede l’alternarsi di mostre di grandi Maestri con giovani Artisti contemporanei all’interno del più ampio progetto Vivaio dell'Arte. Dal 2018 l’Orangerie diviene spazio espositivo sperimentale e contenitore di molteplici talenti emergenti".

 

La manifestazione riassume in sé e porta avanti lo spirito della Mostra Nazionale di Pittura Premio Città di Monza, nata negli anni Cinquanta e attiva fino agli Ottanta con il sostegno del Rotary Club Monza, in occasione della quale sono state acquisite e donate alla Pinacoteca Civica di Monza opere di artisti eccellenti, quali Radice, Turcato, Birolli, Raciti, Uncini e Bonalumi. Il Comitato Premio d’Arte Città di Monza, costituito nel 2009 sotto l’egida del Comune di Monza, riunisce tutte le Istituzioni e le Associazioni Culturali del Territorio.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali