FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

"La fine della ragione" nel nuovo graphic novel di Roberto Recchioni

La storia di una bambina malata e una madre che pretende di curarla affidandosi agli esperti anziché alle credenze popolari

Un mondo in cui cercare un medico è eresia. Questo, lo scenario in cui Roberto Recchioni ha ambientato La fine della ragione (Feltrinelli, 112 pagine, 16 €), il suo ultimo graphic novel. Nel fumetto, che l’autore ha scritto e disegnato, la società ha rinnegato scienza e cultura: preferisce affidarsi alla sapienza popolare, ai rimedi naturali e alle cure tradizionali. Così, una madre che vuole salvare la figlia malata ricorrendo a un dottore deve sfidare il giudizio e le regole della comunità.

"La fine della ragione" nel nuovo graphic novel di Roberto Recchioni

Un nuovo Medioevo culturale e sociale, in cui la diffidenza nei confronti delle autorità finisce per incatenare il popolo anziché liberarlo. Insegnanti, mezzi d'informazione, insieme a chiunque rivendichi una conoscenza specialistica, sono visti come un nemico delle masse. Ne La fine della ragione, Roberto Recchioni, già autore e curatore di Dylan Dog, dà una forma narrativa ed "estrema" a uno dei dibattiti che animano il nostro tempo.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali