FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Stufato di carciofi con patate

Stufato di carciofi con patate
  • DIFFICOLTA facile

Mantiene intatto il gusto di uno stufato, con alcuni dei sapori che nelle ricette di casa non mancano mai in piatti di questo tipo come patate e salsa di pomodoro, ma ha una cottura più breve e quindi adatta alla cucina di tutti i giorni.

È un secondo piatto vegetariano che potete servire come piatto unico aggiungendo un contorno o riso bianco cotto al vapore.

Non dimenticate il pane. Le olive nere potete aggiungerle a vostra discrezione!

INGREDIENTI

  • carciofi senza barbetta interna 4
  • patate 400  g
  • olive nere 50  g
  • brodo vegetale 300  ml
  • passata di pomodoro 200  g
  • concentrato di pomodoro 10  g
  • curry 2  g
  • olio Evo, burro, sale q.b.
  • limone, succo 1

PROCEDIMENTO

In una tazza mescolate la passata con il concentrato e il curry.

 

 

Scolate le olive dal loro liquido, sciacquate, tagliate a metà e tenete da parte.

 

 

Tagliate i gambi dei carciofi alla base del fiore, senza buttarli, e mettete da parte.

 

 

Pulite i carciofi eliminando le foglie più esterne e dure; poi tagliate a metà ogni carciofo, poi in 4 e da ogni parte ricavate uno o due spicchi.

 

 

Mettete gli spicchi di carciofo in una ciotola con acqua fredda e succo di limone.

 

 

Prendete i gambi, eliminate la parte più esterna usando il coltello o il pelapatate, tagliate e ricavate dei cilindri di 2-3 cm, poi tuffate anche loro nella ciotola con acqua e limone.

 

 

Sbucciate le patate, tagliate a tocchetti non troppo grandi e tenete da parte.

 

 

In un tegame largo versate metà della passata, qualche fiocco di burro, un filo d’olio e un pizzico di sale, mescolate e mettete su un fornello medio-basso con patate, olive e gambi dei carciofi.

 

 

Versate anche 1/3 del brodo.

 

 

Cuocete a fuoco lento e tegame scoperto per una decina di minuti, controllando di tanto in tanto.

 

 

Trascorso questo tempo, aggiungete i carciofi, il resto della passata e ancora un po’ di brodo, chiudete con il coperchio e continuate la cottura per altri 15-20 minuti, controllando di tanto in tanto e, se serve, aggiungete del brodo.

 

 

A fine cottura, aggiustate di sale e olio e servite lo stufato ben caldo.

 

 

 

Seguite la ricetta su https://www.tortelliniandco.com/


 
 
A cura di Indira Fassioni 
 

Lo sapevate che...

Solitamente lo stufato indica un piatto a base di carne messa a cuocere, coperta, con dei sapori che possono essere aromi, verdure o passata di pomodoro. La parola stufato nasce da un preciso tipo di cottura, quando cioè si mettevano le pietanze nelle pentole di coccio a cuocere piano sulla stufa: da qui il verbo stufare che diventa poi sostantivo, stufato.


 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali