FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Strudel con cicoria e mortadella

Strudel con cicoria e mortadella
  • DIFFICOLTA facile
  • PREPARAZIONE 30'
  • PORZIONI 4 persone

Lo strudel con cicoria e mortadella è un piatto unico gustoso e facile realizzato con pasta sfoglia farcita con cicoria, mortadella e formaggio. Un rotolo versatile e veloce, perfetto per una cena informale, un buffet o un aperitivo. Lo strudel con cicoria e mortadella si può arricchire anche con ingredienti diversi, sostituendo magari la mortadella con lo speck e scegliendo i formaggi, semi stagionati, che vi piacciono. Unico consiglio: strizzate benissimo la cicoria dopo averla sbollentata, altrimenti l'acqua che fuoriuscirà in cottura rovinerà la consistenza e la fragranza dello strudel.

INGREDIENTI

  • pasta sfoglia 230  g
  • cicoria 1  fascio
  • mortadella in un unica fetta 150  g
  • formaggio semi stagionato (provola, caciocavallo, fontina) 100  g
  • sale q.b.
  • uovo per spennellare 1

PROCEDIMENTO

Pulite e mondate la cicoria, lavatela bene e lessatela in acqua bollente leggermente salata per 10-15 minuti. Scolatela, strizzatela bene e tritatela grossolanamente.

Raccogliete la cicoria in una terrina, aggiungete la mortadella e il formaggio tritati e amalgamateli. Stendete la pasta sfoglia, distribuitevi al centro il ripieno preparato.

Ripiegate leggermente verso l'interno tutte le estremità, quindi arrotolate la sfoglia per formare lo strudel. Sigillatelo bene e posizionatelo in uno stampo per plumcake rivestito di carta da forno. Sbattete l'uovo insieme a un goccio d'olio e spennellate la superficie dello strudel.

Infornate lo strudel con cicoria e mortadella a 220 gradi per circa 30-40 minuti. Sfornatelo e lasciatelo intiepidire prima di servire.

Lo sapevate che...

La cicoria è un ortaggio invernale dal sapore deciso e gradevolmente amaro. Quella selvatica enfatizza il tono amaro e in molte occasioni si prepara in abbinamento al finocchietto selvatico che ne esalta il sapore mitigando il retrogusto amaro.