FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Oggi è il Carbonara Day, il giorno dedicato ad uno dei piatti più amati nel mondo della tradizione italiana
 

Come ogni anno, il 6 aprile si celebra il Carbonara Day: ecco la ricetta della Carbonara del Tiberino, storico ristorante romano, da condividere sui social con l’hashtag #MyCarbonara

#CarbonaraDay 

Cinque ingredienti per uno dei piatti più famosi e amati della cucina italiana nel mondo: pasta, guanciale, pecorino, uova e pepe. Ma ci sono anche gli innovatori, versatili e sperimentatori, che aggiungono il loro tocco personale e reinventano la ricetta classica. In ogni caso, che siate puristi o tradizionalisti, il 6 aprile si celebra il Carbonara Day, un appuntamento ormai imperdibile per cuochi, food lover e appassionati che ogni anno condividono il proprio piatto sui social con gli hashtag #CarbonaraDay e #MyCarbonara, ideati dai pastai di Unione Italiana Food e IPO International Pasta Organisation.  

Secondo la storia, la Carbonara nacque nel 1944 dall’unione tra la pasta italiana e gli ingredienti della ‘Razione K’ dei soldati americani, che consisteva in tuorlo d’uovo in polvere e bacon. Risalendo la Penisola, i militari americani accompagnavano la ‘Razione K’ agli spaghetti per integrare la dose di carboidrati.

 

 

Un’altra leggenda, però, narra che furono i carbonai appenninici (carbonari in romanesco), a ideare questo piatto, una sorta di evoluzione della tipica "cacio e ova" di origini laziali e abruzzesi. preparandolo con ingredienti di facile reperibilità e conservazione. Un'ultima ipotesi, infine, ricondurrebbe la genesi della ricetta alla cucina napoletana, individuando nel trattato “Cucina teorico-pratica” di Ippolito Cavalcanti del 1837 una possibile origine della pietanza.

 

 

Carbonara Day sui social

Il Carbonara Day si terrà il 6 aprile 2021, a partire dalle ore 10 con un live twitting; alle ore 12 partirà la diretta social  a cui parteciperanno i pastai di Unione Italiana Food, insieme ad alcuni ospiti speciali: lo chef Luciano Monosilio, Re della Carbonara, il pasta lover Wilwoosh (che ha provato a replicare più di una “Carbonara sbagliata”) ed Eleonora Cozzella, giornalista e foodwriter, grande esperta di pasta e autrice del libro “La Carbonara perfetta”. Tutti possono partecipare: basterà seguire gli hashtag #CarbonaraDay e #MyCarbonara e postare foto, stories e ricette ognuno con la propria Carbonara.

 

 

 

La ricetta della Carbonara classica romana del Ristorante Tiberino di Roma

 

Sull'Isola Tiberina, uno dei luoghi più autentici e caratteristici di Roma a due passi da Trastevere, Tiberino è quel posto dove andare per sentirsi a casa, coccolati da un servizio cordiale e attento del patron Giuseppe Bungaro, ammaliati dallo scorrere del Tevere e dalle cupole che si rincorrono l'un l'altra. Il concept all day long rende Tiberino perfetto per ogni occasione, che sia a colazione, pranzo, cena e dopocena; per un ottimo gelato artigianale, un cocktail fatto a regola d'arte o semplicemente per una pausa caffè nel delizioso dehor.

Il menu è un omaggio alla tradizione e ai grandi classici della cucina romana (carbonara, amatriciana e cacio e pepe sono solo alcuni esempi), realizzati con le migliori materie prime e preparati con quel pizzico di creatività che non guasta mai.

 

 

 

Ingredienti per 4 persone:

 

400 g di spaghetti freschi acqua e farina - 200 g di guanciale stagionato laziale (pezzatura g 1500/2000) - 4 uova biologiche - 200 g di pecorino romano DOP - Pepe nero selvaggio del Madagascar in grani q.b.

 

 

Procedimento:

 

Pulite il guanciale dalla cotenna, tagliatelo prima a fette e poi a strisce quadrate da un centimetro.

 

Sbattete un uovo intero, il tuorlo di tre delle uova e 100 gr di pecorino in una boule di vetro; mettete il composto a riposare in frigo per almeno 10 minuti.

 

Scaldate una padella antiaderente possibilmente in ferro e rosolate a fuoco vivace le strisce di guanciale; quando sarà diventato ben croccante spegnete il fuoco.

 

Portate a bollore, intanto, abbondante acqua in una casseruola. Salatela poco e tuffateci dentro gli spaghetti.

 

Qualche minuto prima della cottura della pasta mettete nuovamente la padella con guanciale sul fuoco basso per farlo ravvivare.

 

Prima di scolare la pasta, togliete dalla casseruola un po' di acqua di cottura e mettetela da parte.

 

Scolate la pasta due minuti prima del tempo di cottura e versatela nella padella con il guanciale.

 

Aggiungete le uova già aperte, il pecorino rimasto e un po' di acqua di cottura.

 

Mantecate e saltare il tutto finché il composto non diventi omogeneo e cremoso.

 

Se la crema risulterà troppo asciutta aggiungete altra acqua di cottura.

 

Servite in un piatto fondo arrotolando gli spaghetti con un forchettone, versateci la cremina sopra e rifinite con abbondante pecorino e una bella spolverata di pepe nero.

 

 

http://tiberinoroma.it

 

 

Di Indira Fassioni 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali