FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

EGO Festival: Taranto diventa capitale dell'enogastronomia
 

Il Futuro sarà il tema della kermesse dedicata la mondo della ristorazione ospitata nella città dei due mari dal 16 al 18 febbraio

EGO Festival: Taranto città di gusto

Formazione, degustazioni e confronti sui temi del futuro: EGO Festival sbarca a Taranto per una tre giorni ricca di eventi. Non solo cucina, ma arte, musica, letteratura e formazione didattica, in una conferenza moderna, rivoluzionaria e interattiva.

40 masterclass, 20 moderatori, 90 ospiti provenienti da Paesi di tutto il mondo, quali California, Inghilterra, Francia e Danimarca.

 

Chef stellati e cuochi di famose trattorie, importanti donne e uomini di sala, pasticceri e stampa internazionale.

 

Dalla cucina alla sala, dalle donne del pane alla prima gara "orizzontale di pizze", passando per la comunicazione e lo storytelling.

 

E ancora, beverage: champagne, spirits, metodo classico e birra.

 

Ad EGO Festival si vuole ripetere un format funzionante: la formazione in un settore in forte crescita come quello dell'accoglienza e della ristorazione, simbolo di una Puglia sempre in movimento e massimo esponente dell'economia del territorio.

 

Oltre a due party esclusivi, da segnalare per il 16 febbraio alle 17.30 il convegno di apertura sulle novità della comunicazione in campo enogastronomico, caratterizzato da un'analisi sul recupero dei principi di etica e poetica. Raccontare il territorio e regolare l'offerta televisiva seguendo il presente e i mutamenti, proprio dal punto di vista di chi lo fa ogni giorno.

 

Qual è l'obiettivo principale di EGO Festival? A porsi il quesito è Martino Ruggeri, direttore scientifico del Festival e head chef di Ledoyen Pavillon (3 stelle Michelin): “In quale direzione sta andando la ristorazione italiana? E qual è il suo futuro? Quali le sue parole d’ordine?".

 

Mentre Monica Caradonna, presidente dell'Associazione EnogastroHub, ci spiega: "Ego Festival vuole essere una scatola, un contenitore dinamico e fluido in cui avviare una discussione intellettuale proprio su dove sta andando la cucina italiana”.

 

E chi meglio degli stessi cuochi ad essere promotori di valori quali sostenibilità, territorio, ricerca, poetica del gusto e recupero delle radici, per ritrovare la propria identità.

 

Ego Festival: dove e quando

 

Il Festival avrà luogo a Taranto, dal 16 al 18 Febbraio 2020 in quel del Castello Aragonese, contenitore di una cultura indimenticata, grazie anche al lavoro di salvaguardia della Marina Militare e del Comune di Taranto.

 

Rinaldo Melucci, sindaco di Taranto, ha affermato: "Siamo felici di ospitare eventi di questo pregio e con simili potenziali ricadute per la nostra comunità. Siamo certi che la nostra filiera enogastronomica saprà cogliere questa opportunità e continuerà a investire in qualità e promozione della nostra bella Taranto. EGO sarà una grande festa, lavoreremo perché tutto sia perfetto e perché questo festival possa mettere radici in riva allo Ionio.”

 

Anche quest'anno, si associano ad EGO Festival il Premio San Marzano Best Sommelier per il miglior sommelier di Puglia, sostenuto dall’azienda vinicola di Francesco Cavallo, che metterà in palio un’esperienza in uno chateau ed EGO Match, gli incontri tra domanda e offerta.

 

Tornano anche le EGO Box: un momento dedicato al lavoro, in cui sarà possibile consegnare il proprio CV direttamente ai professionisti del mondo della ristorazione o ricercare lavoratori per le aziende tramite la sezione dedicata del sito internet.

 

Tutte le informazioni, i dettagli e l’elenco degli incontri sono disponibili sul sito del Festival: http://www.egofestival.it/

 

Di Indira Fassioni

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali