FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Argentina: è morto Arturo, lʼorso polare "più triste del mondo"

Lʼanimale, rinchiuso da più di ventʼanni nello zoo di Mendoza, soffriva le calde temperature e aveva solo una vasca - peraltro troppo piccola - per rinfrescarsi. Lʼira degli animalisti

E' morto Arturo, l'orso polare "più triste del mondo": l'animale, così definito da animalisti e attivisti, aveva 31 anni e dal 1993 si trovava allo zoo di Mendoza, in Argentina. Rimasto solo dal 2012 per la morte della sua "compagna", l'orsa Pelusa, Arturo ha sempre dovuto soffrire calde temperature (con picchi superiori a 30°C) e aveva solo una vasca in cui rinfrescarsi, peraltro troppo piccola per la sua stazza.

Eʼ morto Arturo, lʼorso polare "più triste del mondo"

Le strazianti espressioni di Arturo, morto tra solitudine e indifferenza. Durante la sua vita, ha sempre sofferto le calde temperature dell'angusta gabbia in cui si trovava. La vasca nella quale si rinfrescava era troppo piccola per la sua stazza.

leggi tutto

Attivisti e animalisti hanno chiesto a più riprese il suo trasferimento presso una struttura più adeguata: la volontà era quella di portarlo in una riserva in Canada dove avrebbe trovato un clima decisamente più favorevole. Ma l'orso polare - l'ultimo presente in Argentina - è sempre rimasto chiuso nella sua gabbia, dove era la solitudine a fargli compagnia.

Prima della sua morte, molte denunce per maltrattamenti e abusi erano arrivate da associazioni, vip e politici, che hanno concretamente cercato di migliorare le sue condizioni di salute. Nonostante tali pressioni, il direttore dello zoo ha rinunciato a trasferirlo, poiché, a suo parere, era troppo vecchio. Nelle ultime foto, Arturo è apparso fortemente sofferente e abbandonato a se stesso: a nulla sono serviti i richiami degli animalisti, che ora sui social invocano la chiusura dello zoo.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali