FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Twitter raddoppia: dopo i 140 caratteri si testano i 280

"È un piccolo cambiamento, ma una grande mossa per noi", afferma il fondatore e Ceo Jack Dorsey

Un nuovo cinguettio arriva dal mondo Twitter: il microblog sta testando, con un gruppo di utenti, di superare il limite di 140 caratteri, arrivando a 280, esattamente il doppio. "È un piccolo cambiamento, ma una grande mossa per noi, - afferma il fondatore e Ceo Jack Dorsey - 140 caratteri era una scelta basata sul limite dei 160 caratteri degli sms. Siamo felici di come il nostro team abbia risolto un problema che a volte gli utenti hanno nel twittare. Al tempo stesso mantenendo brevità, velocità ed essenza del nostro servizio".

"Capiamo che molti di voi, avendo twittato per anni, hanno una specie di attaccamento emotivo ai 140 caratteri - spiega l'azienda sul blog - ma abbiamo provato questa novità e ne abbiamo visto le capacità". Twitter, creato nel 2006, si è caratterizzato proprio per la brevità dei tweet. L'ultima trimestrale ha registrato una contrazione di ricavi e pubblicità. Questa ultima mossa rappresenta proprio un tentativo di monetizzare la rete di utenti.

Sul blog ufficiale della piattaforma, Aliza Rosen (Product Manager di Twitter) e Ikuhiro Ihara (Senior Software Engineer) spiegano che il limite dei caratteri vale più per le lingue occidentali che per quelle orientali. Questo perché con un solo carattere il giapponese, il coreano e il cinese - ad esempio - possono comunicare molto. Non si può dire lo stesso per lingue come l'italiano, lo spagnolo e il francese.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali