FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Televisione, addio a Carlo Vetrugno: diresse Italia 1 negli anni 90

Sotto la sua guida andarono in onda trasmissione storiche come "Non è la Rai", "Mai dire gol" e "Karaoke"

Televisione, addio a Carlo Vetrugno: diresse Italia 1 negli anni 90

E' morto a 67 anni Carlo Vetrugno. A lungo in Fininvest e poi Mediaset, tra il 1992 e il 1997 fu direttore di Rete di Italia 1, portando serie di culto come "Beverly Hills 90210" e "X Files", e lanciando trasmissioni rimaste nella storia della televisione come "Non è la Rai", "Mai dire gol" e "Karaoke" con Fiorello. Passò quindi alle reti tematiche lanciando il primo canale satellitare di Mediaset, Happy Channel.

Nato a Torino l'1 aprile del 1950 (e grande tifoso granata), Vetrugno ha iniziato la sua attività negli anni settanta collaborando con il quotidiano "Gazzetta del Popolo", esordendo molto presto nel mondo delle tv private e via cavo come TeleTorinoCavo, TeleStudio Torino, divenendo poi direttore di Gruppo Editrice Torino, comprendente anche Telestudio, Tv Alessandria e Quinta Rete.

Dal 1982 ha collaborato con Retequattro, prima che questa passasse alla Fininvest, occupandosi di servizi sportivi e dei programmi per ragazzi. In Fininvest Vetrugno è arrivato nel 1989, come curatore responsabile dei palinsesti delle tre emittenti e come vice-direttore di Italia 1, Rete che poi ha guidato prendendo il testimone da Carlo Freccero. Sotto la sua guida il canale giovane del gruppo ha vissuto un periodo particolarmente fortunato.

Il direttore di Tgcom24, Paolo Liguori, e tutta la redazione, si stringono attorno ai familiari in questo momento di dolore.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali

OGGI SU PEOPLE