FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Renzi "vota" Checco Zalone: premier e famiglia al cinema a Courmayeur

Serata di relax per il titolare di Palazzo Chigi: risate e qualche pensiero con "Quo Vado"

Renzi "vota" Checco Zalone: premier e famiglia al cinema a Courmayeur

La prima sera del 2016, anno per lui delle "grandi riforme", Matteo Renzi l'ha dedicata al cinema: con la moglie Agnese e i figli il premier, in vacanza a Courmayeur, si è recato in una sala della località turistica valdostana scegliendo l'attesissimo film di Checco Zalone, alla prima serata di programmazione. La notizia è stata diffusa dai social network, e puntuale è arrivata la foto che ritrae un Renzi molto informale entrare in sala insieme alla consorte.

E chissà se oltre alle immancabili risate, Renzi avrà avuto anche qualche momento di riflessione, visto che tra una gag e l'altra, "Quo Vado" affronta il tema delle incertezze che nascono dal nuovo mondo del lavoro, raccontando le disavventure di un uomo ancora ostinatamente alla ricerca dell'agognato "posto fisso". Un film divertentissimo e con qualche sfumatura "gufesca", scritto e interpretato da un attore che certamente non si fa pregare per inserire anche il premier nel suo menù di satira politica, come ben dimostra il video di "La Prima Repubblica non si scorda mai", la canzone che fa da colonna sonora al film e la cui clip è diventata già un successso di Youtube. Con finale dedicato proprio a "Renzi gran burlone..."

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali