FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Iva Zanicchi senza Ligonchio e il culatello senza Zibello: via 40 Comuni

Dal 1° gennaio istituite 23 nuove realtà civiche mediante la fusione amministrativa di 63 municipi sotto i 5.000 abitanti. Addio al paese della cantante; un ben arrivato, invece, alla Nuova Pescara

Iva Zanicchi senza Ligonchio e il culatello senza Zibello: via 40 Comuni

Iva Zanicchi non sarà più conosciuta come l'aquila di Ligonchio né il culatello sarà più di Zibello. E Porretta Terme perderà il suo Soul Festival? Dal 1° gennaio 2016 cambia la geografia dei Comuni che da 8.046 diventeranno 8.006: spariscono quaranta municipi sotto i cinquemila abitanti, inglobati in fusioni che interessano tutta la Penisola, dal Trentino all'Abruzzo. Via ai campanilismi, grandi e piccoli: tutto merito o colpa della razionalizzazione amministrativa che passa sotto il nome di spending review e di quella legge 135 del 2012.

Così Ligonchio, in provincia di Reggio Emilia, e Zibello, in provincia di Parma, andranno a formare rispettivamente i nuovi Comuni di Ventasso (insieme a Busana, Collagna, Ramiseto per toccare quota 4.407 abitanti) e di Polesine Zibello (3.348 anime). Porretta Terme (Bologna) finirà con Granaglione nell'Alto Reno Terme con 6.967 unità. Con Spoltore e Montesilvano la città di Pescara supererà i 186mila residenti affermandosi come centro leader in Abruzzo e ribattezzandosi Nuova Pescara.

Sono in totale 63 i paesi italiani interessati da questa nuova fase di fusione, l'ultima delle sette previste nel 2015 e approvate da leggi regionali, che porta dal 1° gennaio 2016 alla formazione di 23 nuove entità amministrative. Diciassette nel solo Trentino-Alto Adige, mentre 4 nuovi Comuni sorgeranno in Romagna e due in Piemonte.

Tra le curiosità quella che si verifica nella provincia di Rimini: i municipi di Montescudo e Monte Colombo andranno a formare il Comune unico di Montescudo-Monte Colombo; lo stesso accade in provincia di Trento con Amblar e Don (478 abitanti in due) che diventano un solo Amblar-Don, allo stesso modo del nuovo Cembra-Lisignago. E la squadra del Napoli, senza cambiare la meta del suo ritiro estivo in Trentino, si ritroverà però da Dimaro a Dimaro Folgarida.

Anno nuovo e vita nuova, dunque, per oltre 50mila italiani e le loro tasche. Ad essi si aggiungono coloro che vivono nei centri di Abruzzo e Lombardia che, con referendum consultivo, hanno scelto di accorparsi. Nel medio Adriatico è il caso della Nuova Pescara, che alla città di D'Annunzio vedrà confluire le colline di Spoltore e la costa di Montesilvano, per un totale di 186.145 nuovi pescaresi. In provincia di Brescia arriva Bienno, attraverso la fusione per incorporazione di Bienno e di Prestine (per giungere a 3.958 abitanti) e, in provincia di Pavia, l'unione di Corteolona e Genzone partorirà la nuova realtà di Corteolona e Genzone, con i nomi, stavolta, legati non da un trattino ma da una congiunzione semplice. Nella speranza che semplici siano anche bilanci e burocrazia.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali