FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Asili, centri per anziani e disabili: la Camera dice sì alle telecamere contro gli abusi

La legge prevede la videosorveglianza nelle strutture specializzate per bambini e terza età, a condizione che utenti e lavoratori ne siano informati

La Camera ha approvato la normativa sulla videosorveglianza in asili, scuole d'infanzia e strutture per anziani e disabili. A Montecitorio, i voti a favore sono stati 279, 22 i contrari e 69 gli astenuti. La legge prevede l'installazione di telecamere a circuito chiuso per contrastare gli abusi sulle persone più indifese, di cui troppo spesso le cronache danno notizia. Ora il testo passa in Senato.

Si sono dichiarati a favore tutti i gruppi di maggioranza e di opposizione del centrodestra, ad eccezione di Sinistra Italiana, che ha votato contro. Il Movimento Cinque Stelle ha preferito astenersi.

La legge consente l'installazione delle videocamere nelle strutture, a condizione che tutti gli utenti e i lavoratori ne siano informati e che le riprese siano cifrate con codici a disposizione solo di organismi certificati e della magistratura, unica titolata a consentire la visione delle immagini. Al Senato è ormai attesa l'approvazione definitiva del testo.

La legge era nata sulla scia degli episodi di cronaca giudiziaria sempre maggiori venuti alla luce negli ultimi anni a proposito di maltrattamenti a bambini, anziani, disabili in centri specializzati per l'assistenza alla prima infanzia e in luoghi di degenza per la terza età e per i malati.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali