FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Piaggio Ciao, il ritorno sarà elettrico?

Fu lanciato nel 1967 e venduto in 3,5 milioni di pezzi

Per generazioni di adolescenti e motociclisti in erba è stato un mito. Tanto leggero, facile da portare, eppure così probante per chi iniziava a conoscere un poʼ i motori e si affaccendava con la miscela benzina e olio. È Ciao e non azzardatevi a chiamarlo scooter, perché invece è stato il motorino per antonomasia, qualcosa che evolveva dalle biciclette (aveva i pedali) ma in lontananza guardava alle moto.

50 anni di Piaggio Ciao

La notizia è che Piaggio starebbe pensando di riportare in vita il mitico Ciao, lanciato nel 1967 e venduto in più di tre milioni e mezzo di unità. Adesso, secondo le indiscrezioni della rivista Inmoto.it, il nuovo Ciao sarà elettrico. Tutto sommato non sarebbe neanche una rivoluzione eclatante, perché le avvisaglie in proposito sono numerose. E partono già da Piaggio, che già produce la bicicletta a pedalata assistita Wi-Bike e ha annunciato la prossima produzione della Vespa Elettrica. Senza dimenticare il prototipo di Ciao elettrico messo a punto, poco tempo fa, dal professor Francesco Cocchetto di un istituto tecnico di Mestre.

Dʼaltronde il ciclomotore più amato dai giovani degli anni 70 e 80 si presta alla nuova era della trazione elettrica. Di suo aveva la leggerezza proverbiale, pesava 40 chili e in tanti se lo trascinavano fin dentro casa per assicurarne lʼincolumità. Inventato dallʼingegnere Bruno Gaddi, Piaggio Ciao aveva un design minimalista che lʼha reso moderno da subito e, in seguito, ne avrebbe fatto un evergreen. Merito di quel motore a cilindro orizzontale e del serbatoio ricavato all’interno del telaio che quasi sparivano alla vista. Costava poco e gli italiani se ne innamorarono, tanto che Piaggio lʼha tenuto in produzione fino al 2006. E in tanti ci sono ancora saliti in sella pochi giorni fa, sotto la neve del “Crazy Rally Winter”, un migliaio di chilometri in sella a cinquantini di ogni risma.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali