FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Papa Francesco: "I migranti non sono numeri, abbattere ogni muro"

Secondo il Pontefice la diffidenza nei confronti dei poveri nasce dalla paura e dalla percezione che siano portatori di insicurezza

Quella dei migranti "non è solo una questione di numeri, bensì di persone con la loro storia, la loro cultura, i loro sentimenti e le loro aspirazioni". Lo ha detto Papa Francesco, lanciando un appello per l'accoglienza e il rispetto di bimbi e famiglie. Secondo il Pontefice la diffidenza nei confronti dei più deboli nasce dalla paura: "Il grido del povero non viene ascoltato ma è messo a tacere da voci stonate, spesso determinate da una fobia per i poveri".

Le persone indigenti, continua il Papa nel messaggio per la Giornata mondiale dei poveri, vengono percepite come "portatrici di insicurezza, instabilità", creando così un "disorientamento dalle abitudini quotidiane e, pertanto, da respingere e tenere lontani. Si tende a creare distanza e non ci si rende conto che in questo modo ci si rende distanti dal Signore Gesù'".

Nel messaggio ai partecipanti al Colloquio Santa Sede-Messico sulla migrazione internazionale, in corso in Vaticano, Bergoglio sottolinea ancora che "per far fronte e dare risposta al fenomeno della migrazione attuale, è necessario l'aiuto di tutta la comunità internazionale, dal momento che esso ha una dimensione transnazionale, che supera le possibilità e i mezzi di molti Stati".

Il Pontefice specifica infine che "le responsabilità nei confronti dei migranti devono essere condivise a livello internazionale e occorre sempre ispirarsi ai valori della giustizia, della solidarietà e della compassione".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali