FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Aria da Far West, con lʼinizio dellʼanno in Texas si possono portare armi a vista

Cancellato il divieto che impediva di avere addosso armi visibili: migliaia in strada festeggiano "pistola in pugno". Ma Obama pensa alla stretta: "Lasciato solo dal Congresso, andrò avanti"

Aria da Far West, con l'inizio dell'anno in Texas si possono portare armi a vista

Come nei film western. La pistola nella fondina, in bella vista, ovunque ci si trovi: per strada, al lavoro, al ristorante, in un negozio. Molti texani con l'inizio del nuovo anno possono sempre portare con sé un'arma da fuoco senza nemmeno doverla nascondere, grazie all'entrata in vigore di una legge che introduce il principio dell' "open carry". Il tutto alla vigilia della nuova stretta annunciata a livello nazionale dal presidente Usa Barack Obama, che nel discorso di fine anno ha rinnovato la promessa: "Il Congresso non fa nulla, andrò avanti da solo".

Aria da Far West, con l'inizio dell'anno in Texas si possono portare armi a vista

Oltre un milione di texani potranno girare armi in pugno - Ad essere interessati dalle nuove norme che estendono l' "open carry" quasi un milione di texani, quelli che hanno già una licenza che finora gli ha permesso di trasportare armi nascondendole. Per tutte queste persone sarà obbligatorio, però, fornire le proprie impronte digitali e sottoporsi ai cosiddetti "background check", i controlli per verificare che la loro fedina penale sia pulita.

"Open carry" presente in oltre 40 Stati Usa - Sono oltre 40 gli stati Usa che permettono in alcuni casi di portare liberamente e senza nasconderle armi da fuoco. Ma il Texas diventa ora lo Stato più grande e, con i suoi 27 milioni di abitanti, il più popoloso a introdurre una legge del genere, provocando un duro scontro all'interno dell'opinione pubblica e della società civile.

In Texas, migliaia "sfilano" pistola in pugno per festeggiare l'entrata in vigore della legge - Per festeggiare la legge l'associazione "Open Carry Texas" ha organizzato per il primo dell'anno manifestazioni in tutto lo Stato: da Austin, a Houston, fino a Dallas, migliaia di persone hanno "sfilato" in strada con le proprie armi in pugno.

L'annuncio del Presidente Usa Obama - Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha fissato come primo obiettivo per il 2016 - ultimo anno del suo secondo mandato - la lotta contro "l'epidemia" delle morti per arma da fuoco, nonostante l'opposizione feroce del Congresso controllato dai repubblicani. Nel suo discorso radiofonico settimanale, Obama ha annunciato di voler incontrare al suo ritorno a Washington, il 4 gennaio, il Segretario alla Giustizia Loretta Lynch per valutare le possibili opzioni, basate in sostanza sull'utilizzo del decreto presidenziale per aggirare l'ostacolo posto dal Congresso. Secondo gli analisti una soluzione minima - e che gode del sostegno della maggior parte della popolazione, ma non dei deputati né dei vertici della Nra, la potente lobby delle armi - è quella dei controlli dei precedenti penali e psichiatrici prima di procedere alla vendita di un'arma da fuoco. Un provvedimento peraltro già bloccato dal Senato, il che rende ancora possibile in molti Stati di continuare ad acquistare delle armi da fuoco senza i controlli già obbligatori nei punti vendita omologati dalle autorità federali.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali