FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Inps: il 42,5% dei pensionati ha un reddito inferiore ai mille euro

Nel bilancio sociale del 2014 si legge inoltre che 1,88 milioni di persone, circa il 12,1% ha assegni da pensione sotto i 500 euro

Inps: il 42,5% dei pensionati ha un reddito inferiore ai mille euro

Il 42,5% dei pensionati italiani (6,5 milioni di persone), ha un reddito da pensione inferiore ai 1.000 euro. Lo si legge nel bilancio sociale 2014 dell'Inps, secondo il quale ci sono 1,88 milioni di pensionati (12,1%) che ha assegni inferiori ai 500 euro.

Boeri: "Legge di stabilità, interventi parziali su pensioni" - Il presidente dell'Inps, Tito Boeri, sottolinea che con la manovra 2016 "sarebbe stato importante fare l'ultima riforma delle pensioni". Boeri aggiunge che nella Legge di Stabilità ci sono stati solo "interventi selettivi e parziali, che creano asimmetrie di trattamento" e avverte che "in assenza di correttivi, daranno spinta a ulteriori misure parziali che sono tra l'altro molte costose".

Dipendenti pubblici - Scendono anche i dipendenti pubblici a tempo indeterminato. Il bilancio sociale dell'Inps evidenzia che sono sotto quota tre milioni. Nel 2014 i "travet" erano 2.953.000 con un calo del 2,8% (circa 90.000 unità) sul 2013. Rispetto al 2011, quando erano 3,23 milioni i dipendenti pubblici, grazie al blocco del turn over, sono diminuiti di quasi 300.000 unità.

Cassa integrazione - E' diminuito il flusso di lavoratori in cassa integrazione. Nel 2014 sono calati del 21,3% rispetto al 2013 con una spesa complessiva per ammortizzazioni sociali pari a 22,6 miliardi, scesa del 4,2%. Compresi i contributi figurativi per la cig si sono spesi 6,1 miliardi, -8,8%; per le indennità di disoccupazione 13,1 miliardi, -3,6% con tre milioni di persone interessate; e per la mobilità 3,4 miliardi, con un aumento del 2,7%.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali