FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Economia sommersa e attività illegali valgono 208 miliardi: il 12,6% del Pil

Secondo lʼIstat, però, nel 2015 lʼincidenza ha mostrato una "brusca diminuzione" dopo aver registrato una tendenza allʼaumento nel triennio 2012-2014

In Italia l'economia sommersa e le attività illegali valgono 208 miliardi di euro, il 12,6% del Pil. Secondo l'Istat, però, nel 2015 l'incidenza ha mostrato una "brusca diminuzione" dopo aver registrato una tendenza all'aumento nel triennio 2012-2014: sommerso economico e attività illegali sono scesi infatti dello 0,5% rispetto all'anno precedente, quando valevano il 13,1% del prodotto interno lordo e sfioravano i 213 miliardi.

Complessivamente il valore dell'economia sommersa passa dai 196 miliardi del 2014 ai 190 del 2015 e in particolare calano le sotto-dichiarazioni al fisco da 100 miliardi a 93 miliardi. Il peso del "deliberato occultamento di una parte del reddito da parte delle imprese, attraverso dichiarazioni volutamente errate del fatturato e dei costi alle autorità fiscali" risulta maggiore nei servizi professionali (dove vale il 16,2% del valore aggiunto), in commercio, trasporti, alloggio e ristorazione (12,8%) e nelle costruzioni (12,3%).

Nel 2015, la componente relativa alla sotto-dichiarazione pesa per il 44,9% del valore aggiunto (circa 2 punti percentuali in meno rispetto al 2014). La restante parte è attribuibile per il 37,3% all'impiego di lavoro irregolare (35,6% nel 2014), per il 9,6% a fitti in nero, mance e integrazione domanda-offerta, e per l'8,2% alle attività illegali (rispettivamente 8,6% e 8,0% l'anno precedente).

Istat, economia sommersa e attività illegali valgono 208 miliardi: il 12,6% del Pil

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali