FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Panforte di Siena

Panforte di Siena
  • DIFFICOLTA" media
  • PREPARAZIONE 30'
  • PORZIONI panforte di 18 cm

Il panforte di Siena è un dolce tipico della tradizione natalizia toscana realizzato con mandorle e un composto di miele e spezie. Se amate i dolci molto dolci, aromatici e speziali, il panforte di Siena è quello giusto per voi! La tradizione vuole che lo stampo sia rivestito di ostia (potete trovarla in tutti i negozi di articoli per pasticceria) e che il panforte di Siena, una volta freddo, sia sommerso da una coltre di candido zucchero a velo. E con quest'ultima dolce ricetta, vi auguro uno splendido Natale!

INGREDIENTI

  • mandorle sgusciate175 g
  • arancia candita a cubetti75 g
  • cedro candito a cubetti75 g
  • farina tipo 0075 g
  • spezie in polvere (coriandolo, noce moscata, chiodi di garofano)5 g
  • miele millefiori75 g
  • zucchero a velo75 g
  • ostia1 foglio

PROCEDIMENTO

Tostate le mandorle per circa 10 minuti a 150 gradi. Raccoglietele quindi in una terrina capiente e mescolatele alla farina, ai canditi a cubetti e alle spezie in polvere.

Sciogliete lentamente il miele in un pentolino insieme allo zucchero a velo e un cucchiaio di acqua. Unite quindi lo sciroppo ottenuto al composto di mandorle, mescolate bene tutti gli ingredienti. La consistenza sarà molto soda.

Foderate uno stampo circolare di 18 cm con l'ostia, distribuitevi il composto di miele e mandorle e livellatelo bene con il dorso di un cucchiaio. Cospargete la superficie di zucchero a velo.

Infornate il panforte di Siena a 180 gradi per circa 30 minuti. Lasciatelo intipiedire per qualche minuto, dopodiché sformatelo e quando sarà freddo cospargetelo di abbondante zucchero a velo.

Lo sapevate che...

Il panforte di Siena è solo una delle ricette più conosciute appartenenti alla tradizione gastronomica natalizia della Toscana. Che ne dite, per esempio, dei ricciarelli o dei cavallucci? E non dimentichiamo i cantucci!

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali