FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Svizzera: sul Pilatus con la cremagliera più ripida del mondo

Dal lago di Lucerna sʼinerpica sulla vetta del monte con una pendenza del 48%

Trono del drago, terra dei giganti, sepolcro di dominatori: gli appellativi collezionati dal monte Pilatus nel corso dei secoli ne fanno uno dei luoghi più leggendari della regione del Lago di Lucerna, in Svizzera. Il panorama che si gode dall’alto è incomparabile e attira visitatori da ogni parte del mondo: sono ben 73 le vette alpine che si scorgono da questo straordinario belvedere naturale. Da 129 anni si raggiunge la cima del monte con la cremagliera più ripida del mondo.

Svizzera: sul Pilatus con la cremagliera più ripida del mondo

Con i suoi 2.132 m di altezza e le antiche leggende che lo circondano, il Pilatus, monte vedetta del sistema prealpino svizzero, domina con la sua imponente sagoma di boschi e rocce Lucerna e il suo lago. Il suo nome, narra la tradizione popolare, è dovuto al fatto che proprio qui fu sepolto il traditore Ponzio Pilato. Ad accrescerne la fama inquietante un’altra leggenda, che lo vuole abitato da terribili draghi. E proprio un drago, rosso con tanto di fuoco sprigionato dalle fauci, è l’accattivante logo della località, diventata uno dei must turistici dell’intera Svizzera.

La cremagliera da record - Un modo divertente e inconsueto per esplorarlo è salire fino al Pilatus Kulm con la ferrovia a cremagliera più ripida del mondo (che si inerpica con una pendenza che raggiunge in alcuni tratti il 48%) e ridiscendere dal lato opposto con la funivia panoramica. Nel XIX secolo, l’ingegnere Eduard Locher ebbe la pazza idea di costruire una ferrovia per raggiungere la cima del monte. Il 4 giugno 1889 la ferrovia – a vapore fino al 1937 - fece la sua prima corsa sulla tratta lunga ben 4.618 metri, da Alpnachstad alla vetta. Con una pendenza del 48%, vanta ancora oggi il titolo della più ripida al mondo.

Vista superba, sport e accoglienza di classe – Vale la pena di salire sul Pilatus, oltre che per la vista superba, anche per le molte e piacevoli attività che vi si possono praticare: sport, giochi e animazione anche per i più piccoli, passeggiate, fra cui quella, gettonatissima, del Cammino del drago di Hans Enri. Nel maggio 2010 l’Hotel Pilatus-Kulm, inaugurato nel 1890, ha riaperto con un look fresco e un’offerta gastronomica di alto livello, pur mantenendo il suo fascino Belle Epoque. Le 27 camere in moderno stile alpino garantiscono sonni profondi; nella sala Queen Victoria o in quella del caminetto portate a base di prodotti freschi e regionali deliziano anche i palati più esigenti. Grazie a una galleria panoramica, il Kulm è inoltre collegato all’hotel Bellevue, il che garantisce un tragitto riparato in caso di maltempo.

Dal battello alla cremagliera - Il Pilatus dà la possibilità ai turisti di fare una bella escursione circolare, utilizzando vari mezzi di collegamento: da Lucerna si raggiungono in battello le sue pendici, presso Alpnachstad, e da qui si parte alla volta dell’altissima vetta grazie alla cremagliera. Al ritorno si scende in cabinovia e funivia panoramica fino a Kriens e da qui si prende il bus per tornare a Lucerna. Il tour circolare è fattibile anche nella direzione opposta: all’andata bus e funivia, al ritorno cremagliera e battello.

Turisti illustri – Turisticamente il Pilatus cominciò ad essere conosciuto nell’Ottocento con l'apertura della via del Gottardo. Molti i personaggi illustri che salirono sulla sua vetta. Nel 1859 Richard Wagner raggiunse la piattaforma sul Pilatus, la regina Vittoria d'Inghilterra vi salì a cavallo, il re Don Carlos di Spagna o l'esploratore antartico Lincoln Ellsworth ne raggiunsero la cima: tutti restarono ammaliati dal suo straordinario panorama, che abbraccia tutta la Svizzera centrale.

Maggiori informazioni: www.myswitzerland.com

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali