FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

"C'è posta per te", Mariagrazia e Raffaella incontrano il padre naturale dopo 50 anni

Dalla Puglia l'uomo si era trasferito Svizzera e non ha mai più saputo niente delle due figlie

 

A "C'è posta per te", il people show di Maria De Filippi, va in scena la storia di Mariagrazia e di Raffaella che scrivono al programma per rintracciare il loro padre naturale. Le due sorelle, 51 e 50 anni, sono state abbandonate dall'uomo che da anni vive in Svizzera. "Siamo qui per chiudere un cerchio", dicono le due donne cresciute dalla madre e dal nuovo compagno che negli anni hanno riconosciuto come un padre effettivo. "Per anni ho aspettato di ricevere un lettera da un postino sperando che mi cercasse e alla fine lo abbiamo fatto noi", afferma Mariagrazia. 

 

 

"Come si sente ad aver cresciuto quattro figli pur sapendo di averne già due senza mai averli cercati?", si domandano Mariagrazia e Raffaella quando apprendono che l'uomo negli anni si è ricostruito una famiglia. "Se avessi trovato il modo vi avrei cercate e anche i miei figli hanno più volte chiesto di voi", si giustifica il padre ma le due sorelle ribattono che, nell'era dei social, il modo c'era e bastava la volontà. Renato si dice pronto a incontrarle.

 

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali