FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Influenza, allarme di Federfarma: mancano i vaccini in farmacia

Il presidente Marco Cossolo in vista dellʼincremento del 50% della domanda: "I cittadini rischiano di non poterli fare". Poi la proposta: "Siano i farmacisti abilitati a inocularli come in altri Paesi Ue"

influenza vaccino

Mentre continua la corsa per arrivare al vaccino contro il coronavirus, medici e ministero hanno già iniziato a consigliare un'estensione della vaccinazione antinfluenzale: per la prossima campagna vaccinale si stima così un incremento del 50%, per un totale di oltre 1,2 milioni di vaccini. Ma Federfarma lancia l'allarme: c'è il rischio che tutte queste dosi di vaccino non siano disponibili in farmacia.

 "Ciò significa che, in assenza di un canale capillarmente diffuso e facilmente raggiungibile da tutti, qual è la farmacia, molti cittadini, appartenenti soprattutto alla fascia attiva della popolazione e quindi sottoposti a un maggior rischio di contagio, si troverebbero nell'impossibilità di vaccinarsi", osserva il presidente di Federfarma Marco Cossolo.

 

Cossolo ribadisce come il prossimo autunno la vaccinazione antinfluenzale sarà fondamentale per agevolare la diagnosi di Covid-19 e gestire i casi sospetti, soprattutto considerando l'attuale ripresa dell'epidemia e vaccinare, oltre le persone a rischio, la maggior parte della popolazione attiva per evitare il congestionamento della sanità territoriale. "Le farmacie sono pronte a distribuire i vaccini messi a disposizione dal Ssn secondo termini e modalità da stabilire, anche per conto delle Amministrazioni regionali che vorranno renderli disponibili", continua il presidente di Federfarma.

 

Inoltre, Federfarma insieme a Fofi (Federazione ordini farmacisti italiania) e alla Fondazione Cannavò promuove i corsi offerti dall'Utifar (Unione tecnica italiana farmacisti 2000) per formare i farmacisti a somministrare direttamente i vaccini ai cittadini. "Federfarma chiede l'adozione di un provvedimento legislativo che abiliti espressamente il farmacista a inoculare i vaccini, come già avviene in molti Paesi dell'Unione Europea - conclude Cossolo - anche nell'ottica di future campagne vaccinali anti-Covid. Peraltro molte farmacie sono anche strutturate per consentire, presso i propri locali, la somministrazione del vaccino da parte di un infermiere".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali