FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Tre anni fa ci lasciava Paolo Villaggio: eccolo senza freni a "Popcorn"

Contro gli applausi e il "finto entusiasmo", lʼattore comico prende in giro il pubblico in studio


 

Tre anni fa ci lasciava uno dei simboli della comicità italiana: Paolo Villaggio. Nato a Genova il 30 dicembre del 1932, è noto al pubblico soprattutto per aver interpretato il personaggio del ragionier Ugo Fantozzi. Dopo il liceo, l'attore inizia gli studi di giurisprudenza ma li abbandona per dedicarsi a svariati impieghi.

 

Nel 1954, al Lido di Genova, incontra Maura Albites, che verso la fine degli anni cinquanta sposa dalla quale ha due figli: Elisabetta e Pierfrancesco.

 

Negli anni sessanta viene assunto in una delle più importanti industrie impiantistiche italiane: la Cosider, dove era addetto all'organizzazione di eventi aziendali tra i quali lo scambio dei doni natalizi tra dirigenti e la premiazione dei dipendenti meritevoli. Da questa esperienza lavorativa trae l'ispirazione per creare il personaggio del ragionier Ugo Fantozzi che in seguito diventerà molto popolare.

 

Pur avendo raggiunto la fama con la saga di Fantozzi, Paolo Villaggio è stato un artista a tutto tondo: ha recitato per Federico Fellini, lavorato per numerose fiction ed è stato anche scrittore.

 

Muore il 3 luglio 2017, all'età di 84 anni. Oggi lo ricordiamo durante una performance a "Popcorn", in cui si faceva beffe del pubblico in studio andando contro gli applausi e il finto entusiasmo.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali