FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Venezia, ipotesi asta di quadri per risanare conti: sindaco non smentisce

Il ministro dei Beni culturali commenta: "Sarà solo una battuta". Ma cʼè un dossier presentato ai parlamentari veneziani dove si parla proprio di mettere allʼasta le opere dʼarte del Comune: scoppia la polemica

Venezia, ipotesi asta di quadri per risanare conti: sindaco non smentisce

Fa discutere la notizia dell'ipotesi di vendita di quadri di inestimabile valore - di autori come Klimt e Chagall - a Venezia. L'idea secondo quanto riferito dal Sole 24 ore sarebbe del sindaco Luigi Brugnaro, che non conferma ma neanche smentisce. Il Comune di Venezia infatti nel 2015 prevede un rosso in bilancio di 64 milioni di euro, sforerà quindi il patto di stabilità. L'asta dovrebbe in questo modo risanare i conti. Ma la notizia desta polemiche.

L'ipotesi del sindaco non è piaciuta affatto al ministro dei Beni culturali Dario Franceschini, che ha commentato la notizia con un "penso sia solo una battuta o più comprensibilmente una mezza minaccia per chiedere più risorse al governo".

Ma già qualche giorno fa Brugnaro scriveva in un dossier presentato ai parlamentari "Venezia sta cadendo a pezzi, solo per la manutenzione ordinaria la città dei Dogi richiede 40 milioni all'anno". Per valorizzare quindi "il patrimonio mobiliare serve una vendita di opere d'arte di natura pittorica che, ai sensi del D.Lgs 42/2004, non pregiudicando l'integrità delle collezioni esistenti".

Sull'ipotesi di un'asta dei quadri dei musei per fare cassa, il ministro Franceschini chiude la partita e osserva che "le norme del Codice Beni Culturali per evitare lo smembramento delle collezioni pubbliche e garantire la pubblica fruizione delle singole opere, chiudono il dibattito". "Un dibattito - conclude - che, visto dall'estero, farà altro male alla credibilità italiana".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali