FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Terrorismo, Mattarella: "Lʼimpegno delle istituzioni è prendere chi è in fuga"

Il Capo dello Stato a Genova per la commemorazione del sindacalista Guido Rossa, ucciso 40 anni fa dalle Br, che "seppe battersi per tutti"

Terrorismo, Mattarella: "L'impegno delle istituzioni è prendere chi è in fuga"

"L'impegno delle istituzioni non può fermarsi finché non sia compiuta giustizia". Lo ha detto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, alla commemorazione del sindacalista Guido Rossa, ucciso 40 anni fa dalle Br a Genova. "Coloro che sono fuggiti devono scontare la pena comminata. Perché la democrazia - ha sottolineato - è condizione delicata la cui cura è affidata alle istituzioni, ma non in misura minore ai cittadini in tutti i luoghi".

L'operaio dell'Ilva Guido Rossa, ha affermato il Capo dello Stato, "ha pagato con la sua famiglia il prezzo supremo di chi ha voluto tener fede al valore della Repubblica che in Genova e nelle sue fabbriche ha trovato la Resistenza. Il terrorismo si definisce da solo per quello che è: un attacco vile alle persone, alla loro dignità e alla vita, un tentativo di abbattere le istituzioni poste a salvaguardia di tutti".

"E' lunga la sequela di nomi e di vite spezzate. Ancora ci chiediamo come sia potuto accadere. Ed è un interrogativo attuale per una democrazia che voglia saper vivere e affrontare le proprie contraddizioni, per impedire che forze oscure avvertano nuovamente la tentazione di tornare all'attacco", ha aggiunto.

"La democrazia - ha proseguito - si difende se resta se stessa e non rinuncia ai propri valori scolpiti nella Costituzione". Poi Mattarella ha ricordato che "due giorni fa, qui a Genova, ancora una volta un operaio è morto sul lavoro. Sono morti inaccettabili. Mentre ci uniamo all'immenso dolore dei suoi cari, dobbiamo ribadire che la sicurezza sul lavoro è un diritto fondamentale di cittadinanza".

"Per Genova - ha ribadito - c'è bisogno di colmare al più presto il gap infrastrutturale, evidenziato dal tragico, intollerabile crollo del ponte Morandi. Anche in questa occasione desidero ricordare le vittime e rivolgere un pensiero di vicinanza ai loro familiari; così come a coloro che hanno perduto la propria abitazione".

E' la quarta volta in un anno che il Presidente della Repubblica si reca a Genova. Mattarella era stato in città il 15 maggio per gli 80 anni dell'ospedale pediatrico Gaslini, era tornato il 19 agosto per i funerali di Stato delle 43 vittime causate dal crollo del ponte Morandi e il 24 settembre visitò il Salone nautico.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali