FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Sinistra, Grasso: "M5s o Pd? Aperti a chi la pensa come noi" | "Aboliamo le tasse universitarie"

Il leader di Liberi e Uguali: "Il sostegno a Zingaretti nel Lazio sarà oggetto di valutazione". Bersani: "Parliamo con tutti, meno che con la destra". Boldrini: "Ius soli? Tradimento per non perdere voti"

"Di alleanze si parlerà dopo il 4 marzo, saremo aperti e inclusivi per tutti quelli che la pensano come noi. A chi guardiamo? Io guardo avanti". Lo afferma il leader di Liberi e Uguali, Pietro Grasso, interpellato dai giornalisti su una possibile intesa post elettorale con il Partito Democratico o il Movimento 5 Stelle. Poi lancia la proposta: "Aboliamo le tasse universitarie".

Abolire le tasse universitarie è dunque la proposta presentata da Pietro Grasso all'assemblea nazionale di Leu a Roma. La misura, spiega, costa 1,6 miliardi: "E' un decimo dei 16 miliardi che ci costa lo spreco di sussidi dannosi all'ambiente, secondo i dati del ministero dell'ambiente".

"Zingaretti governatore Lazio? Sarà oggetto di valutazione" - Il leader di Liberi e Uguali si sofferma sul nodo legato al possibile appoggio di Nicola Zingaretti alla presidenza della Regione Lazio: "Sarà oggetto di valutazione. Si tratterà di prendere contatti con la base, che si dovrà esprimere com'è nostro costume, e poi con Zingaretti". "Il pluralismo non può che essere qualcosa che arricchisce, certamente non depotenzia", risponde Grasso a chi gli fa notare che dentro Leu c'è chi si oppone al sostegno al candidato del Pd.

"Altri aboliscono le tasse, noi il precariato" - Per Grasso è il lavoro ad essere al centro del programma politico di Leu: "Altri aboliscono le tasse, noi aboliamo il precariato. Ma le tutele non servono a nulla se non c'è il lavoro. E allora dobbiamo investire lì dove il lavoro possiamo davvero crearlo".

Boldrini: "Sinistra ha smesso di esserlo, riempiamo vuoto" - Sul palco dell'assemblea nazionale di Leu è salita anche Laura Boldrini che ha affermato: "Al Paese non manca un'area progressista, ma chi la rappresenta e chi l'ha rappresentata. Vogliamo riempire il vuoto. Vogliamo restituire speranza e fiducia a tutte le persone deluse da una sinistra che ha smesso di essere sinistra, si è persa per strada".

Boldrini: "Mancata approvazione ius soli? Tradimento per non perdere voti" - "La legislatura si è conclusa con un grande tradimento per la mancata approvazione dello ius soli - ha continuato Boldrini -. Ha avuto la meglio una sconcertante subalternità politica per cui bisognava far prevalere quello che la destra diceva. Si perde voti? Allora non si fa. E' stata una decisione assolutamente miope".

Bersani: "Parliamo con tutti, meno che con la destra" - Arrivando all'assemblea nazionale, ha preso la parola anche Pier Luigi Bersani che ha ribadito: "La priorità si chiama lavoro: servono investimenti per dare lavoro e ridurre la giungla dei contratti precari. Senza queste cose non facciamo nulla con nessuno. Se ci sono queste due cose, più fisco e welfare, noi parliamo. Con Renzi? Parliamo con tutti, tranne con la destra ma per una questione di igiene mentale".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali