FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Reintroduzione del grembiule a scuola, Salvini insiste | Presidi: ci sono altre priorità | Gli studenti si dividono

Lʼassociazione dei dirigenti scolastici: "Prima bisognerebbe pensare alla sicurezza degli edifici"

Il ministro dell'Interno Matteo Salvini lo va ripetendo da giorni: a scuola va reintrodotto il grembiule o la divisa. "Abbiamo nuovamente previsto l'educazione civica a scuola e vorrei che tornasse il grembiule per evitare che vi sia il bambino con la felpa da 700 euro e quello che che l'ha di terza mano perché non può permettersela", ha detto durante un breve comizio a San Giuliano Terme (Pisa). "Reintrodurre il grembiule nelle scuole è possibile ma non mi sembra questa la questione fondamentale. L'emergenza - dice il presidente dell'Associazione nazionale presidi, Antonello Giannelli - è un'altra: abbiamo i solai e i controsoffitti delle scuole che andrebbero monitorati, ogni settimana c'è' un crollo. Finora su questo fronte non è stato fatto nulla".

"Sento già chi griderà allo scandalo ed evocherà il duce, ma un paese migliore si costruisce anche con ordine e disciplina - ha incalzato il vicepremier - è soprattutto sui bambini che dobbiamo investire in educazione per non avere ragazzi che a vent'anni sono solo dei casinisti". Intanto ai diretti interessati, gli studenti, l'idea di mettere il grembiule per andare a scuola non piace affatto: più della metà, il 52% rispondendo ad un sondaggio di Skuola.net si è detto contrario

Plaude alla misura invece Mariastella Gelmini, presidente del gruppo Forza Italia alla Camera. "E' misura condivisibile tant'è che lo ha reintrodotto governo Berlusconi con riforma del 2008, in cui c'era anche voto in condotta. Non gli chiederemo il copyright... Le idee di centro-destra ci piacciono, anche quando copiate", fa notare. Forti polemiche arrivano invece dal centrosinistra. "Quattro giorni fa una ragazza è stata stuprata a Viterbo, un commerciante è stato ucciso a Viterbo e c'è stata una sparatoria nelle vie di Napoli, ad Ostia un atro attentato. Dico a Salvini: per cortesia, meno comizi e fai il ministro dell'Interno almeno un'ora al giorno", attacca il segretario del Pd Nicola Zingaretti. "A Napoli si spara nelle strade, una bambina di 4 anni è stata colpita e rischia la vita ma il ministro dell'Interno, in perenne campagna elettorale, preferisce occuparsi del grembiule per i bimbi a scuola. Una vergogna", gli fanno eco i senatori Pd Antonio Misiani e Franco Mirabelli. "La verità è che Salvini cerca intenzionalmente la rima con il fascismo. Non può risentirsi se poi qualcuno lo paragona a Mussolini", osserva il governatore della Toscana, Enrico Rossi. "Salvini vuole il grembiule a scuola? Bene, ma prima investa sulla formazione dei docenti, sulla continuità didattica, sul tempo scuola esteso ovunque, sull'innovazione, sulle scuole sicure", sprona la senatrice Pd Simona Malpezzi.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali