FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Politici e redditi: stabile lʼex premier Renzi, frena Grillo

Sono online i redditi 2016 non solo dei parlamentari ma anche di leader e tesorieri di partito. Nel governo Fedeli la più ricca, Padoan penultimo; il premier Gentiloni dichiara 109.607 euro

Nel 2016 cala vistosamente il reddito imponibile di Beppe Grillo rispetto al 2015 (dai 355.247 euro ai 71.957) mentre si mantiene stabile quello di Matteo Renzi (103.283 euro). E' quanto risulta dalle dichiarazioni dei redditi pubblicate online da Senato e Camera relative anche ai dirigenti di partiti e movimenti. Nel governo il ministro Fedeli è il più ricco (180.921 euro), Padoan penultimo. Il premier Gentiloni dichiara 109.607 euro.

I redditi 2016 dei politici: Renzi stabile, in picchiata Grillo

Nel dettaglio, il reddito imponibile del leader del Movimento 5 Stelle passa dunque dai 355.247 euro per il 2015 (quando vendette, fra l'altro, l'appartamento di Lugano in Svizzera) ai 71.957 euro nel 2016.

Reddito quasi senza variazioni da un anno all'altro invece per l'ex premier ed ex segretario Pd Matteo Renzi: nel 2015 dichiarava 107.960 euro mentre nel 2016 il reddito imponibile è stato di 103.283 euro.

Nel governo Fedeli la più ricca, Padoan penultimo - La ministra dell'Istruzione, Valeria Fedeli, nella dichiarazione per l'anno 2016, ha un reddito imponibile di 180.921 euro. In coda, il ministro per le Politiche Agricole, Maurizio Martina, con 46.750 euro.

Dietro Fedeli, il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, con 148.692 euro e al terzo posto la ministra dei Rapporti con il Parlamento, Anna Finocchiaro, con un reddito imponibile di 144.853 euro. Quindi Enrico Costa, ministro per gli Affari regionali, con 112.034 euro, il premier Paolo Gentiloni con 109.607, il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, con 104.473 euro, il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, con 104.432 euro, il ministro degli Esteri, Angelino Alfano, con 102.300 euro, il ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, con 102.058 euro, la ministra della P.a., Marianna Madia, con 98.816 euro.

Stesso reddito per il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, e il ministro dello Sport, Luca Lotti, con 98.471 euro.

Il ministro della Coesione territoriale, Claudio De Vincenti, ha un reddito imponibile di 97.728 euro, dietro di lui Gian Luca Galletti - l'anno scorso il più ricco del governo Renzi - con 97.631 euro, la ministra della Salute, Beatrice Lorenzin, con 97.576 euro, la ministra della Difesa, Roberta Pinotti, con 96.663 euro, la sottosegretaria alla presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi con 96.571 euro, il ministro dell'Interno, Marco Minniti, con 92.237.

In coda il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, passato dai 216 mila euro dell'esordio con il governo Renzi ai 49.958 euro dichiarati nel 2016, e il ministro dell'Agricoltura, Maurizio Martina, con 46.750 euro.

Presidenti Camere: Grasso batte Boldrini - Il presidente del Senato, Pietro Grasso, si conferma molto più ricco della presidente della Camera, Laura Boldrini. Anche nel 2016 il reddito imponibile della seconda carica dello Stato è di 340.563 euro mentre quello della Boldrini si ferma a 144.883 euro.

I conti in tasca ai nostri politici

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali