FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Periferie, sindaci: intesa con governo, fondi nel prossimo triennio

Lʼannuncio del presidente dellʼAnci, Antonio Decaro, al termine dellʼincontro con il premier Conte. Ma a qualcuno lʼintesa non piace: il sindaco di Pesaro annuncia ricorsi

Periferie, sindaci: intesa con governo, fondi nel prossimo triennio

"Abbiamo una soluzione, il principio è salvo, i fondi sono tutti salvi. Nel prossimo decreto del governo saranno stanziati i fondi nell'arco di un triennio, sulla base delle effettive necessità dei Comuni". Lo ha detto il presidente dell'Anci, Antonio Decaro, al termine dell'incontro con il premier, Giuseppe Conte, a Palazzo Chigi. "Per alcuni non è la soluzione che volevamo, ma abbiamo preso una decisione tutti insieme".

"Attraverso la conferenza unificata cercheremo di recuperare quegli 800 milioni che sono oggetto di una sentenza della Corte costituzionale. Saniamo l'incostituzionalità di quell'articolo 1 comma 140 che finanziava per la metà il bando per le periferie. Contemporaneamente con il prossimo decreto del governo recuperiamo la norma originaria dando la possibilità a tutti i Comuni di procedere con la progettazione", ha spiegato il sindaco Decaro. "Non tutti realizzeranno i progetti l'anno prossimo: le risorse saranno assegnate sulla base delle effettive necessià", ha però avvisato.

"Impegno del governo ma non nel Milleproroghe" - "Alcuni Comuni volevano che oggi si risolvesse il problema: abbiamo ottenuto un risultato importante che è quello di risolverlo tra una settimana visto che pare che domani non si potesse risolverlo in Aula col Milleproroghe", ha sottolineato Decaro. "Questo impegno del governo per noi è importante: ho spiegato al presidente del Consiglio che se non dovessero risolvere il problema interromperemmo le relazioni istituzionali. La criticità è legata al fatto che non tutti potremo appaltare le opere per le periferie immediatamente".

Ricci (sindaco Pesaro): "Chiusura totale governo, vinceremo ricorsi" - C'è però che non è soddisfatto dell'intesa raggiunta. "Su bando periferie chiusura totale alle richieste dei sindaci a palazzo Chigi sul milleproroghe. Solo parole generiche per risolvere i problemi in futuri decreti. Ci sono procedure in corso! i sindaci non si prendono in giro. Credo che da domani dovremo preparare i ricorsi. E li vinceremo". Così scrive su Twitter il sindaco di Pesaro Matteo Ricci (Pd), uscendo dalla riunione con il premier.

Conte: "Dl per recuperare progetti periferie in fase avanzata" - "Ho ascoltato con grande disponibilità le istanze dell`Anci e con i sindaci presenti ho condiviso l`obiettivo di avviare un percorso per giungere alla migliore soluzione possibile e nei tempi più rapidi. La soluzione che intendiamo adottare è quella di inserire nel primo decreto utile (successivo alla conversione del Milleproroghe) una norma che di fatto dia la possibilità di recuperare la realizzabilità dei progetti già in fase avanzata", ha spiegato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte. "In sostanza - ha aggiunto - questo garantirà un'agevole prosecuzione dei progetti già esecutivi, fondamentali per mettere le amministrazioni comunali nelle condizioni di garantire ai cittadini servizi e investimenti, offrendo le risorse necessarie sulla base del reale stato di avanzamento dei progetti".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali