FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Papa: non ho invitato Marino a Philadelphia Il Campidoglio: mai tirato in ballo Francesco

Una frase di Bergoglio, durante il viaggio di rientro a Roma, alimenta un polverone intorno al primo cittadino della Capitale. Il sindaco contrattacca su Facebook

Papa: non ho invitato Marino a Philadelphia Il Campidoglio: mai tirato in ballo Francesco

"Io non ho invitato il sindaco Marino a Philadelphia, è chiaro?". Poche parole, pronunciate durante il viaggio di rientro a Roma al termine del viaggio prima a Cuba e poi negli Stati Uniti, e una domanda. Retorica. Così papa Francesco ha voluto chiarire il proprio pensiero sulla recente polemica (tutta italiana) che ha riguardato il primo cittadino di Roma, Ignazio Marino. "Ho chiesto anche agli organizzatori, ma nemmeno loro lo hanno invitato, è chiaro? Lui si professa cattolico, è venuto spontaneamente" ha aggiunto il Pontefice. Immediata la replica del Campidoglio: "Il sindaco Marino non ha mai coinvolto il Papa".

Papa: non ho invitato Marino a Philadelphia Il Campidoglio: mai tirato in ballo Francesco

La nota del Campidoglio - "Il sindaco non ha mai detto di essere stato invitato da Papa Francesco agli eventi conclusivi dell'Eight World Meeting of Families. Il viaggio a Philadelphia del sindaco di Roma nasce da una serie di incontri avuti con le autorità del Comune americano: a giugno il sindaco Michael Nutter e l'arcivescovo Charles Chaput, insieme a una folta delegazione della città, hanno incontrato Ignazio Marino in Campidoglio proprio in preparazione del viaggio papale e per formulargli l'invito ufficiale - si legge nella nota -. In vista dell'appuntamento dedicato alle famiglie, il sindaco aveva anche incontrato monsignor Vincenzo Paglia con il quale aveva anche discusso della sua presenza all'evento di Filadelfia. Il tutto nasce quindi da una domanda sbagliata nei presupposti e forse posta con l'intenzione di suscitare polemica".

Cosa aveva detto il sindaco - Il sindaco di Roma sbugiardato dal Pontefice, quindi? Parzialmente. Interpellato da il Messaggero sul suo nuovo viaggio in America, arrivato a poche settimane dalle polemiche per le ferie trascorse oltreoceano, il sindaco aveva risposto così: "Si tratta di un viaggio brevissimo ma molto importante, in un momento storico per la Chiesa e per gli Stati Uniti: è il primo viaggio di Papa Bergoglio negli Usa. Quando a giugno scorso mi è stato riferito che avrebbero avuto piacere della mia presenza in tre appuntamenti del Santo Padre a Philadelphia, ma soprattutto all'incontro con le famiglie, ho detto a monsignor Paglia che sarei stato molto lieto di partecipare all'organizzazione della visita". Poi, dopo le prime polemiche, Marino aveva anche aggiunto: "Il viaggio non costerà un centesimo al Comune di Roma, sarà ospite del sindaco di Philadelphia". Di sicuro, non è stato ospite di papa Francesco...

Marino contrattacca su Facebook - Il sindaco stesso, in un video su Facebook, è passato all'attacco: "Sono stufo di queste polemiche che vengono create ad arte per danneggiare l'immagine di Roma. Sono anche dispiaciuto che qualcuno abbia addirittura disturbato il Santo Padre per questi motivi. Io sono stato invitato dal sindaco di Filadelfia e dal vescovo a giugno. Vennero a chiederci la nostra esperienza nell'organizzazione dei grandi eventi".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali