FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

La proposta del M5s Roma: "Il sindaco della Capitale partecipi al Consiglio dei ministri" 

Lʼassessore al Personale, Antonio De Santis: "Abbiamo elaborato alcune iniziative mirate da avviare subito lʼiter"

Far sedere il sindaco di Roma "in modo permanente al tavolo del Consiglio dei Ministri". Questa una delle richieste del Movimento 5 Stelle di Roma, nell'ambito della partita sullo status di Roma Capitale. A farsene portavoce l'assessore al Personale, Antonio De Santis, che spiega: "Abbiamo elaborato alcune iniziative mirate da avviare subito l'iter". 

"Come già annunciato dal sindaco Virginia Raggi, intendiamo convocare gli Stati Generali di Roma, invitando le imprese, le parti sociali, le associazioni e tutti gli attori della città raccogliendo anche contributi che nascano dal basso", rende noto De Santis in un post su Facebook.

"E' inoltre necessario istituire un tavolo di altissime personalità, per disegnare uno statuto giuridico e normativo di Roma Capitale che risponda ai suoi effettivi bisogni - prosegue l'assessore -. Siamo poi convinti che sia necessario attuare una vera semplificazione, così da sciogliere i grovigli burocratici e normativi che impediscono di far atterrare le risorse presenti sui servizi per i cittadini.", conclude.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali